Vita da parkrunner - 12th September 2017
Tags:

I miei primi 100 giorni da volontario parkrun

copertina

A parkrun, si sa, ognuno partecipa con il proprio ritmo.

C’è chi corre, anche molto veloce, e chi cammina.

Chi alterna corsa e camminata, chi spinge il passeggino, chi porta il proprio cane al guinzaglio, addirittura chi, pur di avere la soddisfazione di completare i fatidici 5 km del percorso, si fa sostenere da un preziosissimo esoscheletro!

 

E questi sono i partecipanti, i parkrunner per eccellenza. Quelli che dopo 50, 100, 250 e 500 partecipazioni hanno diritto alla rispettiva “milestone T-shirt”, la maglietta con il numero impresso sulle spalle, che tanto orgogliosamente sono indossate e ostentate in tutti gli eventi parkrun del mondo.

 

line+up+Frimley+Lodge

 

Poi ci sono loro, i volontari, quei fantastici parkrunner che rendono possibile tutto ciò. Ogni sabato li vediamo indossare il gilet ad alta visibilità agli eventi ai quali partecipiamo e li ringraziamo, consapevoli che, grazie a loro, possiamo continuare, settimana dopo settimana, ad inanellare le nostre partecipazioni a parkrun.

 

Per i volontari, l’unica T-shirt prevista è quella che si acquisisce dopo 25 partecipazioni, di colore viola e con il n. 25 ben evidente sul retro.

 

volontari

 

Ma il numero di volontariati viene sempre aggiornato e comunicato con la email di ringraziamento, così come i ruoli rivestiti.

 

E’ così che, parkrun dopo parkrun, ho tenuto conto delle mie partecipazioni e ho realizzato, ad agosto di quest’anno, che stavo per raggiungere il significativo traguardo dei 100 volontariati!

 

In realtà avrei dovuto festeggiare già sabato 26 agosto, ma un improvviso quanto inatteso problema di salute mi ha impedito di registrare in quella data il fatidico risultato. Poco male! Superato il problema, sabato 2 settembre, in occasione della edizione n. 115 di Uditore parkrun, ho finalmente potuto celebrare, insieme a tanti amici parkrunner, il mio centesimo volontariato parkrun!

 

festa

 

L’emozione ed il piacere che ho provato sono stati dovuti innanzitutto alla presenza dei tanti che, con sincero affetto, si sono uniti a me in un momento così importante. Ma il mio pensiero è andato anche a tutti gli altri volontari che ho conosciuto ai vari eventi parkrun e che, idealmente, abbraccio con enorme riconoscenza.

 

Vorrei tanto che, almeno una volta, tutti coloro che il sabato corrono o camminano come parkrunner abbiano la possibilità di fare il volontario, per provare anche da quel punto di vista la bellezza di parkrun.

 

E poi ho pensato a Paul, il fondatore di parkrun, l’uomo che ha rivoluzionato in pochi anni, con una formula tanto semplice quanto efficace, il mondo del running.

A lui tanta gente deve sicuramente l’occasione di aver cambiato la propria vita, migliorandola in salute e serenità.

A lui io devo tanta riconoscenza per aver creduto in me dandomi la possibilità di portare parkrun in Italia.

 

E’ per questo che dedico a Paul Sinton-Hewitt i miei primi 100 volontariati, così come a tutti gli amici parkrunner che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere in questi anni e, ovviamente, a tutti i volontari dei 16 paesi in cui è presente parkrun!

 

E, tanto per la cronaca, ecco l’elenco di tutti i ruoli da me rivestiti in 100 occasioni:

  • Secondo cronometrista: 3 volte
  • Addetto scanner: 12 volte
  • Addetto Token: 10 volte
  • Marshal: 29 volte
  • Fotografo: 59 volte
  • Chiusura evento: 3 volte
  • Preparazione evento: 1 volta
  • Elaboratore risultati: 2 volte
  • Direttore di Corsa: 46 volte
  • Cronometrista: 34 volte

 

 

Condividi con gli amici:

Partecipa alla discussione:

copertina

Perché non organizzi anche tu un evento parkrun?

  Abbiamo fatto partire 7 eventi in Italia da quando abbiamo iniziato questa avventura, con molti altri eventi in preparazione ed in attesa del lancio nei prossimi mesi.   Leggiamo spesso commenti sui social media da parte di chi è un pò deluso di non avere la possibilità di partecipare ad un evento vicino casa….

copertina

Due svedesi a Firenze parkrun

  Pubblichiamo con molto piacere il resoconto della partecipazione di Göran Strömstedt e Jenny Andersson a Firenze parkrun dello scorso 25 novembre, alla vigilia della Maratona del capoluogo toscano.   Questo fine settimana siamo andati a Firenze per correre l’ultima maratona dell’anno. Con mio grande piacere abbiamo scoperto che anche qui c’è parkrun.   Venerdì sera…