Notizie - 19th January 2018
Tags:

Perché non organizzi anche tu un evento parkrun?

copertina

 

Abbiamo fatto partire 7 eventi in Italia da quando abbiamo iniziato questa avventura, con molti altri eventi in preparazione ed in attesa del lancio nei prossimi mesi.

 

Leggiamo spesso commenti sui social media da parte di chi è un pò deluso di non avere la possibilità di partecipare ad un evento vicino casa. Oppure di turisti in visita a città italiane, che si aspetterebbero di avere la possibilità di non rinunciare alla loro partecipazione settimanale durante la vacanza.

 

Allora, cosa serve per avviare un evento parkrun, e potrebbe essere qualcosa che fa per te?

 

Per molti versi, creare un nuovo evento è molto semplice. Ciò che serve principalmente è l’entusiasmo e la determinazione a volerlo fare nascere! Non devi essere un esperto nell’organizzazione di gare di corsa per iniziare una parkrun. parkrun è concepito per essere semplice, per renderlo facile da organizzare ogni settimana.

 

Ecco alcune domande e risposte sulla creazione di un nuovo evento parkrun:

 

Quante persone devono essere coinvolte?

Di solito diciamo che se hai un piccolo nucleo di persone disponibili a darti una mano per avviare un nuovo evento, anche 2-4 amici, è già un ottimo inizio. Avere un piccolo team ti dà l’opportunità di condividere le responsabilità, testare idee e disporre di diversi responsabili dell’evento ogni settimana, in modo che non ricada tutto su una sola persona. Avere anche altri amici, familiari, membri del tuo club o colleghi su cui poter contare, soprattutto nei primi tempi, può essere molto utile.

 

Non è difficile trovare volontari ogni settimana?

L’esperienza fatta con i nostri eventi esistenti dimostra che le persone comprendono la necessità dell’apporto dei volontari e danno una mano agli eventi. La maggior parte degli eventi ha anche persone che svolgono regolarmente l’attività di volontario piuttosto che di corridore. E col passare del tempo, con sempre più persone che si registreranno al tuo evento, aumenterà il numero di potenziali volontari.

 

Avremo aiuto?

Ovviamente! Questo è il motivo per cui siamo qui. Ti aiuteremo con l’intero processo, dai consigli sulla progettazione di un percorso adatto, a come utilizzare l’attrezzatura di cronometraggio (è molto semplice), alle idee su come promuovere il tuo evento nella tua comunità locale. Ti aiuteremo anche dopo che il tuo evento sarà partito, fornendoti consigli ed aiutandoti a risolvere qualsiasi problema possa presentarsi.

 

Come faccio a ricavare un percorso adatto?

Progettare un percorso è super emozionante! Non deve essere necessariamente in un parco e può non essere un unico giro di 5 km – i percorsi con 2 o 3 giri (o anche più) possono funzionare altrettanto bene. Deve essere sicuro, quindi non deve attraversare strade o parcheggi o prevedere delle scale in discesa. E cerca di renderlo semplice: avere necessità di molta segnaletica o di volontari che indichino il percorso può rendere più complicato organizzarsi ogni settimana.

 

Cosa succede in caso di brutto tempo?

Le parkrun funzionano generalmente tutto l’anno, anche durante la brutta stagione o con il caldo torrido. Tuttavia, se le condizioni ambientali diventano pericolose ai fini della sicurezza, può essere sempre cancellato l’evento, meglio se avvertendo in tempo sulla pagina Facebook e sul sito dell’evento.

 

Mi costerà qualcosa?

Al momento parkrun Italia sta aiutando a fornire tutte le attrezzature per i nuovi eventi per aiutarli ad andare avanti, quindi non dovrai pagare nulla. Avere alcuni piccoli finanziamenti locali per aiutare con il marketing e la promozione dell’evento può essere utile.

 

Speriamo che queste poche righe siano servite a farti superare l’indecisione e a convincerti ad iniziare qualcosa di incredibile per te e la tua comunità. Mettiti in contatto e saremo lieti di spiegarti di più!

Condividi con gli amici:

Partecipa alla discussione:

copertina

Quinta tappa del Giro d’Italia parkrun

L’ormai famoso Giro d’Italia parkrun, dopo le tappe di Foro Italico parkrun, Etna parkrun, Salento parkrun e Roma Pineto parkrun è passato per Firenze parkrun.   Ancora una volta, attenti a quei due! Rob Mills e Gemma Fordyce si sono divertiti un sacco nella stupenda città toscana, e ci raccontano la loro esperienza di seguito, con il resoconto della quinta tappa del Giro d’Italia parkrun, liberamente…

copertina

Quarta tappa del Giro d’Italia parkrun

  Dopo Foro Italico parkrun, Etna parkrun e Salento parkrun è giunto il momento di Roma Pineto parkrun!   La nostra fantastica coppia – Rob Mills e Gemma Fordyce – risale lo stivale, di parkrun in parkrun, raggiungendo la capitale.   Ecco di seguito il resoconto della quarta tappa del Giro d’Italia parkrun, da una libera traduzione dall’inglese. Buona lettura!  …