Dicono di noi - 9th November 2016
Tags:

Palermo. Sabato al parco Uditore il fondatore di Parkrun

Paul Sinton

DAL SITO DE “IL CALEIDOSCOPIO DELLE MADONIE” - 13/11/2015.

Sabato 14 Novembre, alle 9, presso il parco Uditore di Palermo, in occasione del consueto Uditore Parkrun, sarà tra i partecipanti anche Paul Sinton-Hewitt, il 56enne fondatore del movimento internazionale dei Parkrunner.

Nato nel 2004 dall’iniziativa di 13 corridori dilettanti a Londra, il Parkrun è oggi un movimento che coinvolge oltre 2 milioni di sportivi, dilettanti e non, in 760 parchi di 11 nazioni di tutti i continenti.

Parkrun organizza corse di 5 km gratuite, settimanali, cronometrate, disputate localmente, il sabato mattina all’interno, generalmente, di parchi chiusi, da cui il nome.

Le manifestazioni sono gestite da volontari e sono aperte a tutti, indipendentemente da età, sesso, razza, religione, politica e abilità.

Da maggio di quest’anno, anche a Palermo, un piccolo gruppo di appassionati della corsa ha dato via al primo Parkrun italiano, precisamente al parco Uditore.

Già nelle scorse settimane alcuni corridori stranieri si erano uniti ai palermitani nella tradizionale corsa del sabato mattina, ma ora l’arrivo di Paul Sinton-Hewitt è un’occasione per conoscere una figura carismatica dello sport amatoriale internazionale e per prendere contatto con questo nuovo (per l’Italia) movimento sportivo.

Per maggiori informazioni si può scrivere a uditoreoffice@parkrun.com

Condividi con gli amici:

copertina

Le foto della settimana

  Malgrado il tempo incerto, o decisamente brutto, più di 600 parkunner si sono presentati in Italia, sabato scorso, per correre, camminare o fare i volontari a parkrun.   Ecco alcune delle più belle foto dei nostri eventi in giro per l’Italia.     Chi pensa che gli atleti debbano assumere proteine animali per eccellere…

copertina

#pellerun in tour

DAL BLOG “Podismo & Pellerun” – 20/10/2019 – articolo di Andrea Pelleriti.   Un altro articolo del nostro parkrunner e blogger Andrea Pelleriti, questa volta incentrato sulla sua esperienza di “turista” alla scoperta dei parkrun toscani: una sana abitudine da imitare e magari estendere anche al di fuori della propria regione e, perché no!, all’estero.   #pellerun…