Uncategorized - 26th July 2017
Tags:

La newsletter Luglio 2017

copertina

 

Anche luglio volge al termine e, con agosto, entra il mese forse più difficile per correre, almeno in Italia! Caldo e ferie da noi fanno più rima con mare che con corsa e così molti ripiegano sul nuoto per continuare a mantenersi in forma.

 

parkrun, comunque, non si ferma. Potrai continuare a frequentare ogni sabato mattina il tuo evento preferito, dove magari avrai maggiori possibilità di trovare degli ospiti stranieri che, anche in vacanza, non vogliono perdere l’occasione di aggiungere un’altra perla alla loro collezione di parkrun. Controlla sempre, però, il sito web e la pagina Facebook dell’evento parkrun presso il quale vuoi recarti il sabato mattina per essere sicuro che non ci siano state cancellazioni dell’evento. E questo vale anche nel caso in cui, trovandoti in vacanza in uno dei 14 paesi in cui è attivo parkrun, volessi partecipare ad un evento del luogo. Ti ricordo che, ad oggi, ci sono più di 1000 località distribuite tra Australia, Canada, Danimarca, Francia, Irlanda, Italia, Nuova Zelanda, Polonia, Regno Unito, Russia, Singapore, Stati Uniti, Sudafrica, e Svezia dove potrai fare l’esperienza di correre una parkrun al sabato mattina.

 

Se poi ti dovessi trovare in UK o in Irlanda, sappi che in questi paesi sono attivi più di 160 eventi junior, riservati a parkrunner di età compresa tra 4 e 14 anni, che si svolgono con le stesse modalità dei tradizionali parkrun, ma su un percorso di soli 2 km ed alla domenica mattina. Potrebbe essere una bella esperienza da far fare ai tuoi figli!

 

Oppure, rimane sempre la possibilità di offrirti come volontario. Ricorda che la figura del volontario è essenziale per il funzionamento di parkrun. Senza di loro nulla di tutto ciò a cui siamo ormai abituati potrebbe avere luogo! Ed il piacere di dare una mano in un evento parkrun come volontario è altrettanto gratificante di una partecipazione come corridore o camminatore.

 

Anche i diversamente abili sono i bnvenuti a parkrun! Leggi l’articolo con il filmato di Canons Park parkrun e capirai cosa vuol dire, per chi non ha la facoltà di muoversi sulle proprie gambe, avere comunque l’opportunità di tagliare il traguardo di una corsa parkrun supportato e incitato da tanti volontari e partecipanti.

 

Insomma, che tu sia un adulto o un minorenne, normodotato o diversamente abile, che ti trovi in Italia o in un qualunque altro paese in cui è presente parkrun, quest’agosto non lasciarti sfuggire l’occasione di partecipare, nei panni di corridore/camminatore o volontario, a tutti gli eventi che vorrai.!

 

Ti aspettiamo a parkrun, dovunque tu sia!

 

Buone corse, buone vacanze e W parkrun!

 

Giorgio Cambiano,

Country Manager

parkrun Italia

Condividi con gli amici:

copertina

Uno sguardo indietro a 15 anni di parkrun

  Sabato 2 ottobre 2004, 13 corridori e cinque volontari si diedero appuntamento a Bushy Park a Teddington, Londra, per una corsa di 5 km, gratuita e cronometrata, conosciuta allora come Bushy Park Time Trial.   Non potevano immaginare a cosa avevano dato inizio.     15 anni dopo, oltre quattro milioni di singoli individui in…

copertina

parkrunner del mese – Settembre 2019

  Questo mese torniamo al Nord per incontrare uno dei più assidui frequentatori di Milano Nord parkrun.   L’evento lombardo è quello che riesce a radunare ogni settimana più di cento partecipanti e detiene il record italiano di presenze con ben 230 parkrunner (evento #153 del 7/9/2019).   Con tanta gente al parco c’è bisogno di…