Notizie - 17th January 2019
Tags:

Tre motivi (errati) per non partecipare a parkrun

copertina

Affrontiamo in questa occasione i tre motivi più comuni per cui la gente dice di non poter venire a parkrun, e speriamo di fornirti alcune risposte utili da utilizzare la prossima volta che il tuo amico, familiare o collega si mostri titubante nell’unirti a te al sabato mattina!

 

Sono sicuro di finire ultimo!

Molti tra quelli che non hanno mai avuto esperienza con parkrun si preoccupano di essere troppo lenti per partecipare ad un evento podistico come parkrun.

 

foto1

 

Ma non ci sono limiti di tempo a parkrun! E la maggior parte degli eventi parkrun dispone anche di un “Camminatore di Coda” che ti supporterà, ti incoraggerà e finirà sempre dopo di te.

 

Puoi camminare, correre o fare il volontario – tutti sono i benvenuti a parkrun!

 

E, onestamente, questo è proprio ciò che fa la differenza a parkrun – il fatto che diamo spazio a tutti, e tutti possono partecipare come preferiscono.

 

Avrai sempre un caloroso benvenuto a parkrun, sia in quegli eventi con circa 20-30 parkrunner che in quelli con partecipazioni più nutrite.

 

Offriamo un ambiente accogliente in cui avrai la possibilità di incontrare altri parkrunner prima, durante o magari dopo l’evento, nel bar più vicino.

 

Sabato mattina è troppo presto per me!

E’ comprensibile che arrivare a schierarsi davanti la linea di partenza di parkrun alle 9:00 del mattino di sabato, dopo una dura settimana di lavoro, può sembrare un pò arduo.

Però bisogna considerare gli indubbi vantaggi che un sacrificio di questo tipo porterebbero a te e alla tua famiglia.

 

foto2

 

Ecco allora alcuni consigli e spunti motivazionali per aiutarti ad alzare dal letto il sabato mattina e correre al tuo parkrun locale…

 

- Prepara le tue cose la sera prima, così non dovrai passare la mattinata in preda al panico cercando di trovare i tuoi calzini, pantaloncini, scarpe… e, ovviamente, il tuo codice a barre parkrun!

- Fare o non fare colazione prima di parkrun è una delle decisioni più difficili da prendere il sabato mattina? Ovviamente ognuno di noi è abituato in modo diverso, ma fare una ricca colazione prima di correre a parkrun potrebbe essere un problema, a meno che tu non sia molto mattiniero. Quindi, perché non provare a fare una colazione molto leggera prima di parkrun, e poi concederti qualcosa di più sostanzioso, in compagnia, subito dopo parkrun?

 

foto3

 

- Se possibile, recati al tuo evento parkrun in bici o facendo jogging, usando il percorso per il riscaldamento. 5 o 10 minuti di riscaldamento ti prepareranno a parkrun in maniera ottimale e ti faranno sentire subito al meglio mentre parteciperai all’evento.

- Anche se parkrun non è una gara, una volta che inizierai a camminare, fare jogging o correre, l’adrenalina ti salirà subito in corpo e il pensiero che sia “troppo presto!” sarà subito dimenticato.

- E infine, dobbiamo proprio dire: è davvero così presto?! Sicuramente ti sentirai stupito di aver completato l’allenamento giornaliero già intorno alle 10.00 ed avrai il resto della giornata e del weekend a tua disposizione!

 

Ho perso il mio codice a barre! Come faccio?

Una delle frasi che sentirai spesso a parkrun è “non dimenticare il tuo codice a barre!”. Ma cosa succede se non l’hai dimenticato, ma l’hai completamente perso?

 

foto4

 

Bene, una delle possibilità è quella di cliccare sul link al tuo codice a barre che trovi in fondo alla email della newsletter di parkrun Italia che ti arriva ogni mese.

 

Lo stesso link lo trovi nelle mail che ti arrivano ogni volta che partecipi a parkrun come corridore/camminatore o volontario.

 

Un altro semplice modo per recuperare il tuo codice a barre è quello di digitare il tuo indirizzo email qui:
https://www.parkrun.com/runner/getbarcodelink/
In questo modo otterrai un link al tuo codice a barre che verrà inviato direttamente e immediatamente alla tua email.

 

(Nota: se non hai accesso al tuo indirizzo email originale che hai registrato su parkrun, fai una richiesta compilando questo modulo e il team parkrun risolverà il tuo problema.)

 

foto5

 

Infine, puoi anche ordinare un braccialetto con codice a barre parkrun dall’aspetto molto semplice, in modo che non dovrai mai più cercare il codice a barre cartaceo – fai clic qui per ordinare.
Non lasciare che il tuo codice a barre sia un motivo per non venire a parkrun!

 

E comunque, anche se sei momentaneamente sprovvisto di codice a barre, puoi sempre partecipare a parkrun!

Condividi con gli amici:

copertina

La newsletter Aprile 2019

Eccoci in piena Primavera! L’editoriale di questo mese di Aprile ci descrive per filo e per segno uno degli eventi italiani più frequentati dai turisti stranieri, non fosse altro per la sua vicinanza alla splendida Venezia! Ma c’è molto di più da sapere ed apprezzare di questo evento veneto. Lo scoprirete solo leggendo! Ah, se…

copertina

parkrun: un taglio all’autismo

DAL SITO DE LaGazzettadelloSport - 5 aprile 2019 a cura di Gian Luca Pasini   In 15 città italiane il 6 aprile parkrun, con i suoi eventi attivi (https://www.parkrun.it/events/), sostiene la campagna “Un taglio per l’Autismo”, che ha come testimonial il campione di salto in alto Gianmarco Tamberi   L’articolo completo sul sito di http://incodaalgruppo.gazzetta.it