Notizie - 29th April 2019
Tags:

Aggiornamento del volontario

Volunteers

Benvenuto all’Aggiornamento del volontario di questo mese. Ecco alcune delle informazioni più importanti per il prossimo periodo:

 

  • Benvenuto
  • I minori di 11 anni a parkrun
  • Il ruolo del Direttore di Corsa
  • Resoconto degli eventi settimanali
  • Uso del marchio parkrun

 

_______________________________________________________

 

1. Benvenuto

 

Ciao e benvenuto alla prima edizione dell’Aggiornamento del volontario di parkrun Italia.

 

L’obiettivo di questa newsletter è condividere informazioni importanti e utili con i direttori di corsa degli eventi parkrun. Riceverai una email al mese tramite questo canale. Se leggi solo una cosa da parkrun ogni mese, ti preghiamo di leggere questa!

 

Mi auguro che ti piaccia questa prima edizione della newsletter mensile e ti sarei molto grato se volessi mandarmi un tuo feedback! Per favore contattami se hai domande, suggerimenti su argomenti di cui possiamo discutere, consigli da condividere o se desideri inviare un pezzo da te scritto! Invia una e-mail a: giorgio.cambiano@parkrun.com.

 

Giorgio Cambiano

Country Manager

parkrun Italia

 

_______________________________________________________

 

2. I minori di 11 anni a parkrun

 

parkrun prende molto sul serio la sicurezza. Una delle regole più importanti è che gli under 11 restano sempre a stretto contatto con un adulto responsabile. La linea guida (in inglese) è QUI: https://wiki.parkrun.com/index.php/Children_at_parkrun.

 

L’adulto non deve necessariamente essere un genitore o un parente. Ma è responsabilità del genitore, non del team dell’evento, designare l’adulto responsabile. Un adulto può accompagnare più di un bambino, ma se ce ne sono troppi da tenere a portata di mano, allora sono probabilmente più di quanti ne possa gestire.

 

I team degli eventi non sono tenuti a controllare attivamente questa linea di condotta. Ma è previsto che la si evidenzi ad ogni briefing (o briefing dei “first-timer”). E i gruppi di visitatori con bambini dovrebbero essere avvisati della politica di parkrun.

 

Se si ha chiara evidenza della violazione della linea di condotta, si raccomandano i seguenti passaggi.

 

· Parlare tranquillamente e amichevolmente con l’adulto.

 

· Registrare un incidente in WebFMS per far rimanere traccia della conversazione.

 

· In caso di persistente violazione, è possibile rimuovere il risultato del bambino. Invia prima una e-mail alla famiglia come cortesia (se possibile) e poi registra un incidente.

 

Se hai bisogno di ulteriori consigli, contattami pure appena possibile.

 

_______________________________________________________

 

3. Il ruolo del Direttore di Corsa

 

Quello del Direttore di Corsa è il ruolo più importante in una data giornata in cui si effettua parkrun. L’RD ha la responsabilità generale per l’evento del giorno, è il decisore finale sull’opportunità di annullare o meno l’evento, e supervisiona tutti gli aspetti dell’evento.

 

È di vitale importanza che l’RD sia libero di occuparsi di eventuali problemi o incidenti che possono verificarsi e pertanto l’RD non può partecipare all’evento come un camminatore o un corridore. Con eccezioni limitate, non dovrebbe svolgere altri ruoli chiave come cronometrista, addetto scanner, addetto token, fotografo o marshal che influirebbero sulla sua capacità di reagire nel trovare una soluzione a qualsiasi problema.

 

Di solito ci si aspetta che il Direttore di Corsa resti vicino all’area di partenza/arrivo, poiché è qui che si verificano la maggior parte dei potenziali problemi.

 

Per alcuni eventi minori, ci si rende conto che l’RD possa essere obbligato a rivestire altri ruoli attinenti alle operazioni del traguardo fino a quando non arrivano i primi corridori che possano dare una mano, ma tutti gli eventi sono invitati a garantire che l’RD non rivesta altri ruoli, laddove possibile, e gli RD non dovrebbero mai prendere parte all’evento.

 

_______________________________________________________

 

4. Resoconto degli eventi settimanali

 

Uno dei ruoli che si chiede di portare avanti ai componenti dei team degli eventi è la redazione di un “report” con la descrizione sommaria di quanto avvenuto ogni sabato mattina.

 

Idealmente, questo resoconto andrebbe pubblicato il più presto possibile, dopo lo svolgimento dell’evento, possibilmente entro il mercoledì successivo.

 

Esiste la figura specifica di “addetto report finale” che può essere rivestita da un singolo volontario o da un team, guidato da un responsabile che molto spesso coincide con il Direttore dell’Evento.

 

Ogni evento ha il suo stile personale di redigere i resoconti settimanali, e può essere una buona idea dare una sbirciata a quello che fanno gli altri eventi per trarre ispirazione e suggerimenti da essi.

 

Non c’è un obbligo specifico su cosa inserire in un report dell’evento, né sullo stile da adottare, ma può essere di aiuto prendere in considerazione i seguenti aspetti (non tutti obbligatori né esaustivi):

 

  • Titolo. È importante che sia facilmente rintracciabile e immediatamente identificabile a quale evento il report si riferisca. Perciò è consigliabile inserire nel titolo il numero dell’edizione dell’evento e/o la data in cui si è svolto.

 

Nel caso di eventi particolari (per es. l’edizione natalizia o del primo dell’anno) può essere una buona idea indicare l’occasione già nel titolo.

 

  • Fotografie/video. L’inserimento di foto e/o video all’interno del report contribuisce sicuramente a rendere più accattivante la relazione.

 

Possono essere inserite immagini dei volontari e dei partecipanti, con particolari riferimenti a situazioni e protagonisti della giornata.

 

Assicurarsi che le foto o i filmati siano resi disponibili alla diffusione da parte degli autori e che non abbiano contenuti offensivi o volgari o comunque inappropriati rispetto allo spirito parkrun.

 

  • Ricorrenze/eventi speciali. Spesso si verificano situazioni particolari ai nostri eventi. Compleanni, anniversari, conquista delle magliette traguardo, sono solo alcune delle occasioni buone per far festa e i parkrunner generalmente adorano questi piccoli fuori programma con annesse torte e bottiglie di spumante!

 

Nel caso di ricorrenze particolari e/o eventi speciali è bene lasciare traccia di questi nei report settimanali.

 

  • Comunità. Amiamo le nostre comunità parkrun. Amiamo vedere le cose che rendono unici i nostri eventi, pur con lo stesso identico spirito parkrun. Può essere un volontario molto amato o un corridore stimato da tutti, una caffetteria davvero particolare, un parkrunner con una storia personale da copertina, una efficace collaborazione con l’ente parco o la presenza di un percorso spettacolare. Parlare di ciò che rende il proprio parkrun unico è sicuramente opportuno, almeno ogni tanto.
  • Visite/nuovi partecipanti. La presenza di visitatori provenienti da altre località italiane o straniere è sempre da sottolineare nei report. Così come la prima partecipazione al nostro evento, o addirittura a parkrun, costituisce una occasione per mostrare l’ospitalità sopraffina ed il senso di accoglienza da parte dei volontari, caratteristiche ormai divenute proverbiali.
  • PB. Anche se gli eventi parkrun sono rivolti a tutti ed assolutamente non competitivi, è indubbio che faccia piacere a chiunque veder sottolineato il raggiungimento del Personal Best!
  • Statistiche. Può essere interessante, ogni tanto, fornire dei numeri riguardo, per es., i parkrunner registrati, le partecipazioni, i PB, i first timer, ecc.
  • Link. La presenza di collegamenti ad altre pagine o contenuti può essere molto importante e rende il report un documento ipertestuale e veramente efficace. Si possono immaginare link ai risultati dell’evento, alla pagina del proprio sito web o di altri eventi, alla pagina Facebook, alle fotografie, a un video su youtube, ecc.
  • Traduzioni. Alcuni eventi sono meta costante di visitatori stranieri. Avere la capacità, e la pazienza, di realizzare la traduzione, almeno in inglese, del contenuto del rapporto, costituisce un grosso regalo per chi è interessato a leggerlo e non comprende l’italiano.
  • Spirito parkrun. La redazione di un report settimanale può essere un’ottima occasione per evidenziare i valori che sono più importanti per parkrun.

 

La presenza di categorie di parkrunner considerate deboli o svantaggiate, come bambini, anziani, donne e diversamente abili rientra, per esempio, nel valore di inclusione, un faro per parkrun! Ma anche la non competitività, il senso di benessere, il divertimento, la semplicità, la gratuità, il volontariato, sono tutti aspetti che appartengono e contraddistinguono lo spirito parkrun e vanno sicuramente evidenziati ogni qualvolta se ne presenti l’occasione o possa essere opportuno farlo.

 

  • Facebook. Per una sua maggiore visibilità e diffusione è sempre conveniente condividere il resoconto dell’evento sulla relativa pagina Facebook.

 

_______________________________________________________

 

5. Uso di illustrazioni e del marchio parkrun

 

Se sei solito dare un’occhiata alle migliaia di foto presenti ogni settimana sul web e riguardanti gli altri eventi parkrun in Italia e nel mondo, probabilmente avrai notato i tanti cartelli fatti in casa, creati dai vari eventi per fare da sfondo o contorno alle attività.

 

Alcuni eventi negli USA hanno per es. l’abitudine di segnalare la presenza di nuovi bambini all’evento con il cartello “The New Kid” accompagnato dall’illustrazione di una piccola capra, un granchio o una tartaruga.

 

Sono delle illustrazioni molto carine e servono anche a personalizzare gli eventi e a fare affezionare i partecipanti.

 

Un’altra possibilità interessante è quella di mettere a disposizione una lavagnetta con i gessi colorati in modo che chi voglia possa scrivere qualcosa come, per es., il numero di parkrun che hanno fatto, quindi sono perfette quando si vuole festeggiare il raggiungimento di una maglietta traguardo!

 

Anche la cornice per le foto, con i colori parkrun o personalizzata (come quella creata dal team di Mura di Lucca parkrun) può essere molto apprezzata dai parkrunner e tutti questi mezzi sono ottimi spunti per iniziare una conversazione con nuovi frequentatori e per creare fotografie divertenti da diffondere sui social media.

 

Tieni presente però le linee guida sul marchio parkrun: nessun utilizzo dell’albero parkrun o della parola “parkrun” su qualsiasi mezzo permanente (carta e torta vanno bene). Puoi utilizzare la parola “parkrun” insieme al nome completo del tuo evento: ad es. “Uditore parkrun”, ma non da solo.

 

La linea guida (in inglese) è QUI: https://wiki.parkrun.com/index.php/Brand.

 

Se hai domande in proposito, puoi contattare me o direttamente l’ufficio preposto a:  brand@parkrun.com.

Condividi con gli amici:

copertina

parkrunner del mese – Giugno 2019

  Ed eccoci alla consueta amata rubrica del parkrunner del mese.   Questa volta ritroviamo una coppia meritevole di questo ambito riconoscimento e ritorniamo, dopo nove mesi, nel bellissimo evento toscano di Firenze parkrun!   La coppia in questione si è scatenata nel rispondere alle consuete domande e vi preannuncio una piacevole e divertente lettura.  …

copertina

La newsletter Giugno 2019

Per il mese di giugno abbiamo il piacere di ospitare l’editoriale di Max Fava, ED del più frequentato evento d’Italia: Milano Nord parkrun.   Terzo evento parkrun ad aprire in Italia, vanta molti primati, tra cui senz’altro quello di ospitare, sabato dopo sabato, nutrite schiere di turisti parkrunner.   Ma sentiamo direttamente dalle parole di Max le…