Notizie - 1st November 2019
Tags:

Non solo una corsa nel parco

copertina

 

Un sondaggio indipendente, effettuato nel Regno Unito, ottiene oltre 60.000 risposte e mostra che il volontariato ha un impatto maggiore sulla salute e sul benessere rispetto al semplice correre o camminare.

 

 

Il primo fine settimana di ottobre 2019 ha visto il 15 ° anniversario di parkrun. Per l’occasione, parkrun UK ha pubblicato i risultati di un sondaggio indipendente, a dimostrazione del fatto che la partecipazione a parkrun rende le persone più sane e più felici, non solo correndo o camminando.

 

 

Il sondaggio ha mostrato che un maggior numero di persone, tra quelle che si offrono come volontarie a parkrun, provano un maggiore senso di felicità rispetto a coloro che camminano o corrono.

 

PARKRUNSOCIAL15 V2

 

parkrun è il più grande movimento di attività fisica al mondo e la ricerca è stata commissionata per quantificare i benefici per la salute e per il benessere che fornisce la partecipazione agli eventi di 5 km gratuiti, settimanali e cronometrati.

 

 

Condotto in modo indipendente dall’Advanced Wellbeing Research Center (AWRC) della Sheffield Hallam University, il sondaggio è stato inviato a tutti i parkrunner registrati di età superiore ai 16 anni, durante il mese di ottobre 2018, con il risultato di 60.694 compilazioni del sondaggio e 11 milioni di risposte a 47 domande.

 

 

Dopo aver partecipato a parkrun;

 

  • Il 91% di tutti gli intervistati ha segnalato un senso di realizzazione personale
  • L’89% ha riferito miglioramenti della propria forma fisica
  • L’85% ha riferito miglioramenti della propria salute fisica
  • Il 69% ha riferito miglioramenti della propria salute mentale
  • Il 79% ha riferito miglioramenti della propria felicità

 

montelepre

 

Coloro che si sono anche offerti volontari hanno riportato un miglioramento dell’84% della loro felicità, rispetto al 79% di tutti gli intervistati.

 

 

Ciò supporta la convinzione di parkrun che il volontariato migliora la salute e il benessere tanto quanto camminare o correre.

 

 

Anche i miglioramenti dei parkrunner che si sono identificati come precedentemente inattivi, al momento della registrazione a parkrun, sono stati maggiori – con l’81% che ha riportato miglioramenti della propria felicità rispetto al 79% di tutti gli intervistati.

 

PARKRUNSOCIAL15 V2

 

Chrissie Wellington, responsabile globale per la salute e il benessere, ha dichiarato: “I risultati di questo ampio sondaggio sono estremamente entusiasmanti. Essi confermano le nostre ipotesi in merito ai benefici ad ampio raggio di parkrun per la salute fisica, emotiva e sociale.

 

 

È chiaro che il volontariato è di per sé un’attività incredibilmente positiva, con i maggiori guadagni di salute e benessere che si sono visti nelle migliaia di persone che si offrono come volontari a parkrun.

 

 

Le persone possono essere motivate da fattori altruistici, ma questa ricerca sostiene la nostra convinzione che fare il volontario a parkrun avvantaggia l’individuo in vari modi, così come la comunità di cui fanno parte.”

 

PARKRUNSOCIAL15 V2

 

parkrun ha sede nel Regno Unito e gestisce oltre 300.000 persone in tutto il mondo, che partecipano ogni fine settimana a eventi gratuiti, socialmente focalizzati, che si svolgono in aree pubbliche all’aperto su percorsi di 5 km.

 

Attualmente ci sono più di 1900 eventi parkrun attivi in 21 Paesi del mondo.

 

Puoi trovare gli eventi parkrun italiani qui.

 

 

Per richieste su stampa e media, inviare una e-mail a: ukmedia@parkrun.com.

 

 

Condividi con gli amici:

copertina 2

Pellerun benvenuto nel club dei 25 volontariati parkrun!

DAL BLOG “Podismo & Pellerun” – 9/11/2019 – articolo di Andrea Pelleriti.   Questa volta il nostro amico parkrunner e blogger Andrea Pelleriti ci parla dell’opportunità di fare il volontario a parkrun, anche per ricevere gratuitamente, dopo 25 volontariati, la bellissima maglietta viola N.25!   Oggi una sorpresa al #muradiluccaparkrun, il festeggiamento della mia 25° volta come volontario (parkvol…. Come dico…

copertina

Correre in qualsiasi misura riduce sensibilmente il rischio di morte

Un ulteriore motivo per partecipare a parkrun, mettendosi in moto anche soltanto una volta a settimana, ci viene fornito dall’associazione dei medici britannici, che hanno pubblicato un interessante articolo sul loro organo di stampa ufficiale.   Di seguito ne proponiamo una libera traduzione. Si può trovare la versione in lingua originale qui.     Ci…