Notizie - 3rd November 2019
Tags:

I camminatori sono benvenuti a parkrun

copertina

 

Fare qualsiasi cosa per la prima volta può far sentire nervoso chiunque, o metterlo a disagio. Ma a parkrun, dove tutti vengono incoraggiati ed aiutati, non c’è motivo di essere intimoriti.

 

 

Anche se si chiama parkrun, non vi è alcuna pressione nei confronti dei partecipanti per farli correre lungo il percorso di 5 km, e tutti sono invitati a camminare con il proprio ritmo, da soli, insieme alla famiglia o con gli amici.

 

 

Può succedere che le persone sentano parlare di “parkrun” o abbiano visto passare i partecipanti subito dopo la partenza, con alcuni corridori partiti a razzo, e si siano convinti che non faccia per loro; oppure si sentono troppo vecchi, non abbastanza in forma, o hanno dei bambini piccoli che prendono molto del loro tempo, o ancora sono infortunati o in fase di recupero.

 

 

Vogliamo ridimensionare la parte corsaiola di parkrun!

 

 

Una delle cose più belle di parkrun è l’inclusione, perciò ogni camminatore può far parte della nostra comunità, e tutti i volontari a parkrun sono pronti a mettere chiunque a proprio agio e a fornire aiuto quando necessario.

 

 

Ci sono così tanti vantaggi nel partecipare e uscire all’aria aperta. Per gli anziani, camminare migliora la salute del cuore, riduce il rischio di ictus e diabete, aiuta a prevenire l’osteoporosi e migliora l’equilibrio – e l’elenco potrebbe continuare!

 

35889392_1918206481773229_8767143804466626560_n

 

Per coloro che si sentono a disagio con il loro corpo è il modo perfetto per iniziare a preoccuparsi della propria salute e incorporare lentamente l’attività fisica nella vita quotidiana mentre, coloro che si sono infortunati o si stanno riprendendo da un periodo di malattia, possono rafforzare le ossa, i muscoli e i tessuti molli con una camminata lenta leggera.

 

30716444_1885506971709847_6707105016303321088_n

 

Carrozzine e passeggini sono ugualmente benvenuti a parkrun, e quanta serenità può dare a un bambino una passeggiata al sole e alla natura e a una madre la possibilità di ritrovarsi in un contesto amichevole e sicuro dove poter scambiare quattro chiacchiere con i compagni di camminata. Passeggiare a qualsiasi ritmo fornisce anche altri benefici alle neo mamme, che possono sviluppare forza e resistenza mentre si riprendono dalle conseguenze del parto.

 

 

Ma non fermiamoci ad un solo bambino! Portiamo tutta la famiglia! I bambini, dai quattro anni, possono essere registrati ufficialmente a parkrun e portare fuori la famiglia per la passeggiata del sabato mattina è il modo perfetto non solo di iniziare un fine settimana, ma di passare pure del tempo di qualità l’uno con l’altro.

 

30709119_1885506788376532_1723532197920505856_n

 

Incoraggia i membri della tua famiglia e i tuoi amici a venire e a partecipare come camminatori. Forse molti non sono consapevoli del fatto che l’importante è partecipare e divertirsi e non importa affatto la qualità della performance. Potrebbero anche non essere consapevoli dell’atmosfera che si respira agli eventi parkrun, un’atmosfera semplice e difficilmente spiegabile, se non col termine “felice”.

 

I volontari non iniziano mai a smontare le attrezzature se non sono arrivati tutti e rimarranno ad incoraggiare fino all’ultimo camminatore che taglierà il traguardo.

 

IMG_4732

 

Quindi, non importa quale sia il ritmo, tutti i camminatori sono sempre i benvenuti a parkrun, che piova, grandini o splenda il sole.

Condividi con gli amici:

copertina 2

Pellerun benvenuto nel club dei 25 volontariati parkrun!

DAL BLOG “Podismo & Pellerun” – 9/11/2019 – articolo di Andrea Pelleriti.   Questa volta il nostro amico parkrunner e blogger Andrea Pelleriti ci parla dell’opportunità di fare il volontario a parkrun, anche per ricevere gratuitamente, dopo 25 volontariati, la bellissima maglietta viola N.25!   Oggi una sorpresa al #muradiluccaparkrun, il festeggiamento della mia 25° volta come volontario (parkvol…. Come dico…

copertina

Correre in qualsiasi misura riduce sensibilmente il rischio di morte

Un ulteriore motivo per partecipare a parkrun, mettendosi in moto anche soltanto una volta a settimana, ci viene fornito dall’associazione dei medici britannici, che hanno pubblicato un interessante articolo sul loro organo di stampa ufficiale.   Di seguito ne proponiamo una libera traduzione. Si può trovare la versione in lingua originale qui.     Ci…