Notizie - 9th March 2020
Tags:

Ma come funziona parkrun?

copertina

Hai sentito parlare di parkrun e stai pensando di partecipare, ma non sei sicuro di come funzioni…

 

Abbiamo messo insieme questa pratica guida che ti farà conoscere parkrun passo dopo passo!

 

 

1. Iscrizione

 

Puoi registrarti a parkrun in maniera del tutto gratuita e lo devi fare una sola volta. Basta compilare questo modulo e poi stampare il codice a barre che ti arriva via mail. C’è anche la possibilità di acquistare un braccialetto o altri supporti con il proprio codice stampato qui. Il tuo codice a barre è valido per sempre e in ogni parkrun del mondo.

 

Se ti sei già registrato in passato, ma hai perso o dimenticato i tuoi dati di accesso, nonè necessario che ti registri di nuovo: puoi recuperare i dettagli di accesso qui.

 

Trova l’evento più vicino cercando nella nostra mappa. È possibile inserire il codice postale, il nome della città o il nome dell’evento.

 

Ogni sito web dell’evento fornisce informazioni importanti, ad esempio dove si svolge l’evento e dove si trova la partenza. Puoi anche scoprire le caratteristiche del percorso.

 

foto1

 

 

2. Il sabato mattina

 

Ti sei registrato, hai ottenuto il tuo codice a barre e hai scelto in quale parkrun andare. Ben fatto!

 

A parkrun non c’è un tipo di abbigliamento obbligatorio, puoi indossare qualunque cosa ti faccia sentire a tuo agio, ad esempio dei pantaloncini da corsa, una tuta o anche un paio di jeans, se preferisci. Qualunque cosa che ti permetta di camminare, fare jogging o correre agevolmente per 5 km.

 

Cerca di arrivare 15-20 minuti prima della partenza. I parkrun iniziano alle 9:00 in Italia, così come in Inghilterra e in gran parte del mondo.

 

La maggior parte dei parkrun ha un posto in cui puoi lasciare le tue cose, ma è sempre meglio portare solo quel che ti serve veramente e chiedere ai volontari dell’evento quali sono le possibilità di deposito di effetti personali ed eventuali altre domande.

 

Non è necessario avvertire del tuo arrivo o iscriverti il giorno della tua partecipazione e non dovrai fare nulla con il tuo codice a barre fino a che non completi i 5 km del tracciato.

 

foto2

 

 

3. Prima della partenza

 

Circa 10-15 minuti prima dello start, la maggior parte dei parkrun avrà un briefing per chi partecipa per la prima volta e per gli eventuali visitatori provenienti da altre zone d’Italia o del mondo.

 

Questo briefing di benvenuto è fatto apposta per chiunque sia nuovo all’evento e ti dà l’opportunità di porre delle domande.

 

Ti verrà sicuramente spiegato il percorso e incontrerai altre persone che partecipano per la prima volta.

 

foto3

 

Sappiamo che alcuni sono un pò meno sicuri di altri quando si tratta incontrare nuove persone e di trovarsi in mezzo a tanta gente, ma ricorda che non dovrai necessariamente parlare con qualcuno!

 

Sei comunque benvenuto anche se preferisci stare in disparte ad ascoltare musica dalle cuffiette od altro. Qualunque cosa ti faccia sentire a tuo agio.

 

Successivamente, ci sarà il briefing principale. Questo viene tenuto dal Run Director, che di solito indosserà un gilet ad alta visibilità bianco e azzurro, e generalmente si svolge in prossimità della partenza del parkrun.

 

foto4

 

Anche se hai già partecipato a parkrun, è importante fare silenzio e ascoltare con attenzione il briefing in modo da non perdere nessun annuncio o avviso di cambio di percorso, così come eventuali proclamazioni di particolari traguardi raggiunti dai parkrunner, con conseguente ristoro finale.

 

Subito dopo il briefing viene dato il via. Il Direttore di Corsa o il cronometrista fa il conto alla rovescia da tre e poi si parte! È da questo momento che si fa partire il tempo col cronometro.

 

foto5

 

 

4. Durante il parkrun

 

Mentre procedi lungo il percorso, non preoccuparti di essere troppo lento o di non essere abbastanza in forma.

 

Puoi fermarti in qualsiasi momento, completare solo una parte del percorso, intervallare tratti di corsa con la camminata o percorrere tutti i 5 km camminando – a parkrun non ci sono limiti di tempo.

 

Letteralmente, migliaia di persone camminano ogni settimana ai nostri eventi: nel 2019, in tutto il mondo, 301.133 singoli partecipanti hanno camminato a parkrun. Ogni evento ha un volontario Camminatore di Coda, il che significa che nessuno finisce per ultimo a parkrun!

 

foto5

 

Non è inoltre necessario memorizzare il percorso o portarsi dietro una mappa! I percorsi parkrun sono spesso segnalati e ci saranno dei marshal lungo il percorso che ti indicheranno la strada e ti incoraggieranno ad andare avanti.

 

Probabilmente ci saranno anche altri utenti del parco, come ad esempio persone che portano a passeggio dei cani o famiglie con bambini piccoli, quindi sii attento e rispettoso degli altri e condividiamo i nostri meravigliosi spazi aperti con tutti durante il parkrun.

 

foto6

 

 

5. Al traguardo

 

Quando ti avvicinerai al termine del tuo parkrun vedrai la linea del traguardo, spesso con un corridoio finale da percorrere. Ce l’hai fatta!

 

Nel momento in cui passerai la linea d’arrivo i volontari cronometristi registreranno il tuo tempo, preciso al secondo.

 

foto7

 

Oltrepassato il traguardo è importante proseguire mantenendo l’ordine d’arrivo e prendere un “token” con la posizione finale. Si tratta di un talloncino plastificato con un numero ed un codice a barre: servirà a definire la tua posizione di arrivo.

 

Devi semplicemente porgere il token che ti è appena stato dato ed il tuo codice a barre personale al volontario addetto alla scansione.

 

Lo riconoscerai con il suo gilet ad alta visibilità intento a scansionare i vari parkrunner arrivati. Scansionerà prima il tuo codice a barre, che ti sarà restituito, quindi il tuo token, che terrà con sè per essere riutilizzato la prossima settimana – per favore non portarti il token a casa come souvenir!

 

foto8

 

Per vari motivi operativi e di sicurezza, non accettiamo codici a barre sui telefoni cellulari, quindi se hai dimenticato il codice a barre, restituisci il token all’addetto scanner. Ciò significa che il tuo tempo non verrà pubblicato, ma puoi comunque partecipare.

 

A volte può formarsi una coda di parkrunner in attesa della scansione, ma non preoccuparti, non importa assolutamente l’ordine di scansione poiché tutti i risultati vengono elaborati e ordinati dal sistema automaticamente.

 

foto9

 

 

6. Dopo parkrun

 

Dopo essere passato dalla scansione ed aver restituito il token, sei libero e pronto a festeggiare il tuo risultato.

 

La maggior parte degli eventi parkrun hanno un bar o un punto di incontro vicino dove molti dei partecipanti si riuniscono per prendere qualcosa e chiacchierare ed è sicuramente un’ottima occasione di incontri con nuovi amici o di riunione con i vecchi mentre magari si sorseggia un caffè o un cappuccino.

 

Molto spesso la festa viene organizzata spontaneamente da qualcuno dei presenti per celebrare qualcuno o qualcosa: un compleanno, il raggiungimento di una maglietta traguardo o semplicemente per il piacere di festeggiare.

 

foto

 

I risultati vengono elaborati dal team di volontari in genere nella stessa mattinata e riceverai un’email o un messaggio di testo che indica il tuo tempo, la tua posizione e altre statistiche utili. La lista con le prestazioni di ogni finisher sarà poi consultabile sull’apposita pagina nel sito web dell’evento. A volte può volerci un pò di più perchè appaiano tutti i risultati e le presenze dei volontari, ma generalmente non tardano mai oltre le 48 ore.

 

La cosa più importante è che ti sia divertito e di sentirti comunque orgoglioso di aver completato parkrun! Già solo il fatto di esserti alzato presto il sabato mattina ed aver completato 5km insieme a tanta altra gente, in un bellissimo posto, è un gran risultato. Complimenti!

#amoparkrun

 

Trova il parkrun a te più vicino qui.

Condividi con gli amici:

EUNaEKVXYAEOfco-9900000000079e3c

Sei modi per ricreare parkrun a casa

Dopo 15 anni di parkrun che si svolgono ogni settimana, probabilmente, come noi, senti la mancanza della routine del sabato mattina   Ci siamo inventati sei modi per ricreare l’esperienza del parkrun rimanendo al sicuro nel comfort di casa tua…     1. Indossa il tuo kit e rappresenta parkrun   Trascorriamo tutti la maggior parte del…

Maija-Liisa-cover-900x416

Non si è mai troppo vecchi per partecipare!

Maija-Liisa, 80 anni, è una regolare volontaria e partecipante di Tampere parkrun in Finlandia. Quando suo nipote Olli e la sua compagna Ulla sono stati coinvolti nel portare parkrun a Tampere, ha pensato di essere troppo vecchia per esserne coinvolta ed invece, con 79 parkrun a suo nome, ha dimostrato che non è così!   Ecco…