Notizie - 9th April 2020
Tags:

Aggiornamento COVID-19 (Coronavirus)

DdataQoVwAchTjJ-900x416-9900000000079e3c

Sono passate quattro settimane da quando abbiamo chiuso per la prima volta gli eventi parkrun a causa di COVID-19 e vorremmo cogliere l’occasione per spiegare un po’ della nostra struttura organizzativa e di come affronteremo la sfida di supportare le nostre comunità mentre i loro eventi sono sospesi.

 

parkrun Global è un’organizzazione benefica con sede nel Regno Unito, che è responsabile per tutti gli eventi parkrun in tutto il mondo. Negli ultimi cinque anni abbiamo sviluppato la nostra struttura organizzativa in modo tale che tutto il personale di parkrun (attualmente consistente in 43 persone) lavori a stretto contatto ovunque si trovi, e nel modo più centralizzato possibile. Ciò permette di sviluppare soluzioni per le diverse dimensioni territoriali e, per i territori parkrun più recenti, di beneficiare degli anni di esperienza acquisiti nei territori parkrun più antichi.

 

Chiaramente, parkrun non potrebbe esistere senza affidarsi anche a un incredibile quantità di volontari che fanno cose straordinarie. Perciò, a supporto dei 43 dello staff, ci sono circa 650 ambasciatori volontari (persone che si offrono volontariamente per parkrun oltre l’attività di gestione dei singoli eventi), circa 2.300 direttori di eventi (le persone responsabili di ogni singolo evento stesso) e mezzo milione di singoli individui che rivestono i ruoli di volontario che vedi nei nostri parchi e nelle aree destinate agli eventi ogni sabato o domenica mattina. Durante le normali operazioni di parkrun, quei volontari offrono alla famiglia parkrun circa 50.000 ore settimanali.

 

A nome di tutta la famiglia parkrun, vorrei ringraziare enormemente i volontari parkrun in tutto il mondo. Sei stato a dir poco incredibile durante questa sfida senza precedenti.

 

Mentre stiamo lavorando duramente per sviluppare le modalità di riapertura degli eventi quando ci saranno le condizioni opportune per farlo, i nostri attuali sforzi sono in gran parte focalizzati sul supporto da dare ai nostri ambasciatori e ai team degli eventi in tutto il mondo in questo momento in cui gli eventi sono chiusi.

 

Nell’ambito di tale processo di supporto, nelle prossime settimane, i membri del personale contatteranno tutti gli ambasciatori e i team degli eventi, direttamente e individualmente, al fine di comprendere meglio le difficoltà che si trovano ad affrontare e fornire supporto ove necessario.

 

Le decisioni di apertura di eventuali eventi parkrun, in qualsiasi territorio in futuro, saranno prese centralmente dal team di parkrun Global, sulla base di consulenza medica, scientifica e di fattori operativi, incluso l’impatto sui volontari e sui team degli eventi. Ulteriori dettagli su questo aspetto saranno condivisi in futuri aggiornamenti.

 

Grazie per la tua continua pazienza e comprensione.

 

Ce la faremo, insieme.

 

Tom Williams

Chief Operating Officer di parkrun

Condividi con gli amici:

27304618357_777bb82564_k1

La storia del cronometraggio a parkrun

C’era una volta un uomo, di nome Paul, che, con alcuni suoi vecchi amici, cominciò a incontrarsi nel loro parco ogni settimana alla stessa ora. Paul registrava il tempo impiegato a correre in un percorso di 5 km, per poi divertirsi, subito dopo, a parlare e chiacchierare al bar. Tutto andò avanti come un orologio…

48048333112_13cf178000_k

Riflettori puntati su: Polonia

Continua la rubrica di esplorazione della famiglia parkrun, formata da 22 paesi di tutto il mondo.   Questa settimana tocca alla Polonia, la cui esperienza ci viene raccontata dal Country Manager Jakub Fedorowicz.   Quest’anno parkrun Polonia celebrerà il suo nono anniversario. Il primo evento parkrun Polonia (e nell’Europa centrale) ha avuto luogo nell’ottobre 2011…