Notizie - 29th April 2020
Tags:

Riflettori puntati su: Canada

0. Header

La famiglia parkrun è formata da 22 paesi in tutto il mondo e daremo un’occhiata più da vicino ad alcuni di loro.

 

Questa settimana è la volta del Canada, e Euan Bowman, North America Manager, ci racconta come parkrun è stato accolto in tutto il paese.

 

parkrun in Canada è stato lanciato nell’agosto 2016, ma il viaggio è iniziato molto prima. Ero stato coinvolto nel mio parkrun locale nel Regno Unito prima di trasferirmi in Canada nel 2012, e subito dopo mi sono mantenuto periodicamente in contatto con parkrun per portarlo in questo bellissimo paese.

 

Il lancio di un parkrun in un nuovo paese comporta più sfide rispetto all’avvio di uno dove c’è già l’infrastruttura di supporto e la comprensione del concetto di eventi settimanali gratuiti. Ci è voluto fino al 2016 prima che le cose cominciassero veramente a mettersi a posto.

 

parkrun mi ha messo in contatto con altri che avevano espresso interesse nell’attivarlo  in Canada. Siamo diventati una grande squadra, che si estendeva per oltre 4.500 km e con persone a Vancouver, Kelowna, Calgary e Montreal.

 

Ognuno aveva le proprie competenze in fatto di problematiche aziendali, connessioni, esperienza in eventi o nel volontariato. Insieme abbiamo appreso come avviare un’associazione no profit in Canada, come ottenere l’assicurazione e i permessi e ci siamo scambiati le nostre agende digitali!

 

1. Clover Point

 

Avevamo tutto il necessario per far partire due eventi sin dall’inizio. Decidemmo di scaglionarli, così il primo fu Okanagan parkrun a Kelowna, seguito da Nose Hill a Calgary due settimane dopo.

 

Avevo già incontrato Bill, direttore dell’evento di Okanagan parkrun, e avevamoo concordato a Kelowna tutto ciò che era necessario per far partire l’evento, incontrare le autorità locali e parlare di contatti strategici più ampi in Canada.

 

Alla prima delle nostre due inaugurazioni, ricordo di essermi presentato alle 8:15 in un parco vuoto con un Bill molto rilassato. Ho capito che fosse un po’ troppo rilassato, specialmente quando ha tenuto per la prima volta il briefing come Direttore di corsa.

 

Tutto quello che ho potuto pensare è stato: “Bill, per favore non cadere!” Come avrebbe fatto ogni brava persona, ho scattato una foto piuttosto che raccomandargli di scendere.

 

2. Bill dont fall

 

Il nostro secondo lancio è stato altrettanto memorabile, dato che Calgary ha potuto sperimentare il suo primo parkrun.

 

Incontrare Suzanne per la prima volta è stato un piacere, che mi ha lasciato senza fiato con le sue capacità organizzative. Suzanne si era già procurato la maggior parte del suo kit o si era organizzata per farsi in casa tutto ciò che mancava!

 

Il giorno dell’inaugurazione non è stato diverso, con un programma estremamente puntuale che penso continui ancora oggi!

 

3. nosehill

 

Ci sono 40 parkrun attivi in Canada, con altri cinque pronti a partire quando otterremo il via libera dal Coronavirus.

 

I parkrun canadesi si aggiungono allo splendido arazzo parkrun di tutto il mondo con le sue splendide località.

 

4. Snye Point

 

In molti eventi, i parkrunner possono trovarsi a correre con la fauna selvatica. In alcune situazioni con orsi e puma che potrebbero fare paura.

 

Per fortuna abbiamo la sagoma di un orso in Whistler che rappresenta una grande occasione per fare delle foto, e per offrire pure ottimi consigli per essere “consapevoli dell’orso”.

 

5. Whistler bear

 

Avvistamenti di coyote, puzzole, procioni, piccoli rospi, caribù, aquile calve non sono rari in alcuni parkrun in tutto il paese.

 

6. Wildlife

 

Abbiamo un grande potenziale di crescita in Canada e c’è sempre tanta voglia di aumentare i numeri. La maggior parte delle città in Canada ora ha accesso a parkrun e, in futuro, prevedo facilmente che ci troveremo a sostenere secondi, terzi o anche più eventi in quelle città.

 

La cosa più importante, tuttavia, è raggiungere le comunità più piccole in Canada, che ce ne sono tante, e potrebbero trarre enormi benefici da parkrun.

 

Euan Bowman

North America Manager, parkrun

 

7. wascana

Condividi con gli amici:

27304618357_777bb82564_k1

La storia del cronometraggio a parkrun

C’era una volta un uomo, di nome Paul, che, con alcuni suoi vecchi amici, cominciò a incontrarsi nel loro parco ogni settimana alla stessa ora. Paul registrava il tempo impiegato a correre in un percorso di 5 km, per poi divertirsi, subito dopo, a parlare e chiacchierare al bar. Tutto andò avanti come un orologio…

48048333112_13cf178000_k

Riflettori puntati su: Polonia

Continua la rubrica di esplorazione della famiglia parkrun, formata da 22 paesi di tutto il mondo.   Questa settimana tocca alla Polonia, la cui esperienza ci viene raccontata dal Country Manager Jakub Fedorowicz.   Quest’anno parkrun Polonia celebrerà il suo nono anniversario. Il primo evento parkrun Polonia (e nell’Europa centrale) ha avuto luogo nell’ottobre 2011…