Notizie - 11th May 2020
Tags:

Riflettori puntati su: Danimarca

D0wLCraWkAUqxkl

La famiglia parkrun è formata da 22 paesi in tutto il mondo e daremo un’occhiata più da vicino ad alcuni di loro.

 

Questa settimana tocca alla Danimarca, e ne parliamo con le persone coinvolte nel primo decennio del 2000, che hanno portato parkrun in Scandinavia…

 

Il primissimo parkrun ha avuto luogo sabato 2 ottobre 2004 al Bushy Park di Londra, iniziato da Paul Sinton-Hewitt. parkrun è poi cresciuto in tutto il paese, prima di un breve periodo in Zimbabwe, ma la Danimarca rimane il territorio parkrun più antico al di fuori del Regno Unito.

 

Sono trascorsi 11 anni da quando il primo evento in Danimarca si è tenuto ad Amager Fælled nel maggio 2009. L’uomo dietro il lancio di parkrun Denmark è stato Jonathan Sydenham.

 

“Portare parkrun in Danimarca è uno dei miei successi di cui vado più orgoglioso” scrive Jonathan. “Sono diventato un parkrunner quando c’erano ancora solo due o tre eventi nel Regno Unito.

 

Vorrei organizzare i miei spostamenti nei dintorni di casa in modo da far visita a Wimbledon Common e, in seguito, a Brighton, in modo da poter partecipare a parkrun. Curiosamente Hove Park è ancora il luogo dove ho fatto il mio maggior numero di parkrun!

 

È stato a Brighton che Paul Sinton-Hewitt e Roger Wilson sono venuti a trovarmi per discutere di come iniziare Amager Fælled parkrun a Copenaghen. Volevo poter partecipare a parkrun ogni sabato e non solo poche volte l’anno.

 

Desideravo anche una corsa d’allenamento per Cityløberne, il club podistico che avevo appena fondato all’interno di un grosso programma per corridori principianti organizzato dalla DGI, una delle due organizzazioni sportive danesi. Cityløberne fu definito grazie ad Henrik Poulsen. Senza Henrik, Amager Fælled parkrun non sarebbe durato.

 

start

(photo credit: Rich Kennington)

 

Henrik ha anche insegnato ai direttori degli eventi di quasi tutti gli altri parkrun danesi che sono iniziati successivamente.

 

Henrik e io, con l’aiuto di mia moglie, abbiamo trascorso la maggior parte dei sabati nei primi anni a organizzare ogni evento mentre Amager Fælled parkrun cresceva lentamente di numero.“

 

Jonathan-Henrik

Jonathan ed Henrik, il duo dietro al lancio e ad il successo di parkrun in Danimarca

 

Un’altra persona chiave dietro Amager Fælled parkrun e parkrun in Danimarca è Anne Petersen “Amager Fælled parkrun funzionava già da più di tre anni prima che lo scoprissi”, dice Anne, nella foto sotto con un finisher parkrun.

 

“Purtroppo, non ricordo dove ho sentito parlare di parkrun, ma ho fatto il mio primo parkrun il 14 agosto 2010 e ne ho completati otto in totale, più otto prove di Freedom. Quattro dei miei parkrun sono stati all’inizio del 2012!

 

Anne-1

 

Più tardi quell’anno, in agosto, un conoscente mi ha suggerito di andare a fare il tifo per i maratoneti all’evento del Copenhagen Ironman triathlon in città, ed è lì che ho fatto il mio esordio come fan esultante.

 

Mi è piaciuta l’opportunità di urlare, gridare, applaudire e saltare su e giù e, fortunatamente, conoscevo un posto dove potevo farlo 52 volte l’anno e non solo una volta!

 

Non ricordo come ho iniziato a fare volontariato, ma si combina bene con il tifo e il parkrun è diventato l’abitudine del sabato mattina. Il “mio” parkrun non è enorme, ma è molto “hyggelig” (bello n.d.t.) come diciamo noi danesi.

 

Il cronometro TAG Heuer originale, da tempo obsoleto e sostituito da altre soluzioni di cronometraggio e dall’app Virtual Volunteer, funziona ancora, ma sono passati alcuni anni da quando ha stampato i tempi su un lungo pezzo di carta.

 

Siamo pronti per i prossimi 10 anni, anche se non ci dispiacerebbe se dei giovani si unissero al gruppo principale!”

 

24785078_2005995699428756_5504277551853771275_o

 

Ora ci sono otto eventi in Danimarca, con Nordre Faelled parkrun a Randers che è stato l’evento più recente ad aprire nel novembre 2018, sei anni dopo l’ultimo nuovo evento, Amager Strandpark a Copenaghen.

 

Altri eventi in Danimarca si stanno avvicinando ai 10 anni e una coppia ha già superato il punto di riferimento dei 500 eventi.

 

Sono piuttosto resistenti, i danesi, e ci sono state pochissime cancellazioni negli ultimi 10 anni, con alcuni eventi che hanno una storia ininterrotta che risale al periodo di partenza. È stato quindi con un cuore molto pesante che questi eventi resilienti hanno dovuto essere annullati di recente a causa delle restrizioni del Coronavirus.

 

Nel 2016 parkrun è stato lanciato in Svezia, e Finlandia e Norvegia hanno seguito poco dopo. Da allora, gli eventi danesi hanno lavorato a stretto contatto con il resto dei paesi nordici e con il parco di Malmö Ribersborg proprio attraverso lo stretto di Öresund (e attraverso quel ponte), ciò ha portato ad alcune occasioni memorabili.

 

In particolare, il doppio di Capodanno nel 2019, dove molti parkrunner hanno colto l’occasione per organizzare eventi in due paesi diversi nella stessa mattinata. Ciò ha comportato un parkrun a Copenaghen, saltando su un treno e poi completando il doppio a Malmö, in Svezia.

 

EKUJsAeW4AAwLoJ

 

La Danimarca è spesso votata come il paese più felice del mondo e non sorprende che gli eventi parkrun danesi abbiano le loro stranezze locali.

 

Ad esempio, un certo numero di parkrun in Danimarca sono famosi per aver usato la farina per tracciare il percorso, a volte invece che per gli indicatori di direzione delle frecce.

 

Rispettosa dell’ambiente, inoltre, la farina viene lavata via o mangiata dagli uccelli poco dopo e non ha bisogno di essere raccolta in seguito. Intelligente! E non sorprende certo chiunque abbia visitato Copenaghen, che la stragrande maggioranza dei parkrunner arrivi in bicicletta.

 

971606_658040074213024_276096586_n

 

C’è stato un rinnovato interesse nell’avvio di nuovi eventi in Danimarca e stiamo lavorando per vedere se riusciremo a metterne un paio in funzione al limite del 2020, una volta che parkrun riprenderà.

 

La situazione del Coronavirus ha fermato i progressi in questo momento, ma quando supereremo le restrizioni esistenti, speriamo di far tornare rapidamente le cose nella giusta direzione!

Condividi con gli amici:

27304618357_777bb82564_k1

La storia del cronometraggio a parkrun

C’era una volta un uomo, di nome Paul, che, con alcuni suoi vecchi amici, cominciò a incontrarsi nel loro parco ogni settimana alla stessa ora. Paul registrava il tempo impiegato a correre in un percorso di 5 km, per poi divertirsi, subito dopo, a parlare e chiacchierare al bar. Tutto andò avanti come un orologio…

48048333112_13cf178000_k

Riflettori puntati su: Polonia

Continua la rubrica di esplorazione della famiglia parkrun, formata da 22 paesi di tutto il mondo.   Questa settimana tocca alla Polonia, la cui esperienza ci viene raccontata dal Country Manager Jakub Fedorowicz.   Quest’anno parkrun Polonia celebrerà il suo nono anniversario. Il primo evento parkrun Polonia (e nell’Europa centrale) ha avuto luogo nell’ottobre 2011…