Notizie - 28th July 2020
Tags:

Riflettori puntati su: Paesi Bassi

ESxfhekWoAAI-FF

 

Continua la rubrica di esplorazione della famiglia parkrun, che è formata da 22 paesi di tutto il mondo.

 

Questa settimana tocca ai Paesi Bassi, il membro più recente della famiglia parkrun.

 

Deri Thomas, Territory Manager per l’Europa, ci racconta la storia dietro il lancio.

 

Il lancio di parkrun nei Paesi Bassi era stato pianificato nei 12 mesi precedenti. I Paesi Bassi erano stati scelti dopo aver esaminato tutte le richieste che parkrun aveva ricevuto da tutta Europa negli ultimi anni e individuato che il maggior interesse veniva dagli olandesi.

 

Il parkrun Operations Team, che ha visitato il paese per incontrare i potenziali volontari chiave di parkrun e le sedi degli eventi, è rimasto stupefatto per l’entusiasmo e l’interesse riscontrato per l’avvio di parkrun.

 

Alla fine, abbiamo lanciato non solo uno, ma sei eventi contemporaneamente nello stesso giorno, una cosa mai fatta prima!

 

ESsGXqEXkAAo0or

 

Questo è stato possibile in parte perché avevamo tanti eventi pronti per iniziare, ma anche per contribuire a distribuire i parkrunner in diversi eventi, in modo da non sovraccaricare un unico parkrun in occasione dell’evento inaugurale, soprattutto data la vicinanza al Regno Unito e all’Irlanda, e quindi la possibilità di una visita da parte dei turisti parkrun.

 

Dopo mesi di discussioni, pianificazione e sensibilizzazione in tutto il paese, parkrun nei Paesi Bassi era letteralmente appena iniziato quando è stato sospeso nel suo cammino dalla pandemia del Coronavirus!

 

ESHA3ZCWkAA9FWc

 

Alcuni dei nostri parkrun erano riusciti a realizzare due eventi, altri hanno appena avuto il tempo di inserire l’evento inaugurale, mentre altri tre sarebbero dovuti partire più tardi, nel mese di marzo e all’inizio di aprile.

 

È stato un grande successo, con oltre 800 persone che hanno preso parte al primo fine settimana, tra cui oltre 200 parkrunner sia a Maxima parkrun a Utrecht che a Kralingse Bosrun parkrun a Rotterdam.

 

Il fine settimana successivo sono stati lanciati altri due eventi, Amsterdamse Bos parkrun nella capitale, Amsterdam, e Kagerzoom parkrun a Leiden.

 

Kagerzoom

 

Altri parkrun che verranno inaugurati al nostro ritorno sono Zuiderpark parkrun a The Hague/Den Haag, Sonsbeek parkrun ad Arnhem e Schoterbos ad Haarlem.

 

È davvero emozionante pensare che avremo 11 eventi attivi in tutto il paese alla riapertura di parkrun. Siamo davvero ansiosi di ricominciare nei Paesi Bassi e riprendere lì dove avevamo interrotto.

 

Amsterdamse course

 

È stato difficile per tutti i team nuovi che avevano appena iniziato (o stavano per iniziare) dover perdere un po’ della carica acquistata dal lancio dei parkrun, ma siamo fiduciosi che ci metteremo in moto (permetteteci il gioco di parole!) al nostro ritorno e continueremo a costruire e far crescere parkrun nei Paesi Bassi.

 

Più di 2000 persone si sono registrate a parkrun nelle due settimane in cui siamo stati effettivamente operativi, quindi se riusciremo a mantenere questo trend di crescita, è certo che ci divertiremo un sacco!

Condividi con gli amici:

copertina

pellerun in tour per i parkrun della Toscana

DAL BLOG “Podismo & Pellerun” – 20/10/2019 – articolo di Andrea Pelleriti.   In questi tempi di “fermo” parkrun, ci piace riproporre degli articoli dei nostri parkrunner per rivivere i bei tempi e sperare di ritornare presto a partecipare ogni sabato mattina ai nostri amati eventi.   Oggi rileggiamo l’articolo di Andrea Pelleriti, scritto in occasione della sua esperienza…

COPERT

Aggiornamento COVID-19 (Coronavirus): 28 luglio

Mentre procediamo con i nostri piani per un ritorno a parkrun, abbiamo lavorato con varie organizzazioni e parti interessate in tutto il mondo. Sebbene il riavvio degli eventi parkrun in Nuova Zelanda sia stato relativamente semplice a causa del fatto che il virus sia stato lì ampiamente sradicato, è chiaro che è improbabile che si…