Notizie - 15th September 2020
Tags:

Aggiornamento COVID-19 (Coronavirus): 15 settembre

copertina

Mancano solo pochi giorni alla riapertura, questo sabato, di Cape Pembroke Lighthouse parkrun sulle Isole Falkland, così come di tutti e tre gli eventi nel Northern Territory dell’Australia. È un momento incredibilmente emozionante per tutti noi e sono sicuro di poter parlare a nome dell’intera famiglia parkrun quando auguro loro buona fortuna per un felice ritorno sabato mattina.

 

In altre parti del mondo parkrun, le cose continuano a cambiare, per lo più in senso positivo, e speriamo che altri paesi siano presto in grado di accogliere nuovamente gli eventi parkrun.

 

In Inghilterra, continuiamo a lavorare per una riapertura a fine ottobre e sono in corso conversazioni con i proprietari terrieri e le principali parti interessate in tutto il paese. Il nostro annuncio lo scorso lunedì è stato accolto in modo incredibilmente positivo e l’entusiasmo con cui le persone hanno visto il ritorno dei loro eventi è stato, a volte, travolgente.

 

Comprendiamo tuttavia che l’annuncio del giorno successivo, da parte del governo britannico, che le riunioni sociali sarebbero state limitate, insieme a un aumento dei risultati positivi dei test, ha causato ansia ad alcune persone. Vorremmo quindi rassicurarvi sul fatto che, come chiarito da Sport England, molte forme di raduno (inclusi gli eventi parkrun in particolare) sono esenti da queste linee guida, e continuiamo anche a monitorare livelli sottostanti ed impatto dell’infezione da COVID-19.

 

È importante sottolineare che uno dei motivi principali per cui abbiamo affermato che “intendiamo riaprire gli eventi parkrun e junior parkrun in Inghilterra verso la fine di ottobre” era che avevamo bisogno del tempo necessario per consultarci con i proprietari terrieri e con i funzionari della sanità pubblica locale e per avere la possibilità di adeguarci alle mutevoli situazioni.

 

Infine, è fondamentale comprendere e valutare i benefici per la salute pubblica della riapertura degli eventi parkrun. Una decisione che richiede considerazione per bilanciare i benefici di ciò con le prove evidenti del rischio di infezione.

 

Ci sono pochi, se non nessuno, casi identificati di infezione da COVID-19 che si verificano durante la partecipazione a eventi di attività fisica organizzata, nonostante le prove significative di trasmissione della malattia in altri contesti. Tuttavia, allo stesso tempo, i notevoli benefici per la salute pubblica degli eventi di attività fisica basati sulla comunità e focalizzati sulla società sono universalmente accettati.

 

Uno dei tanti articoli eccellenti che abbiamo visto la scorsa settimana nel Regno Unito, che parla dei benefici per la salute di parkrun, è stato scritto da Sam Wollaston su The Guardian e potete trovarlo qui.

 

Grazie, come sempre, per il vostro continuo supporto,

 

Tom Williams

Chief Operating Officer

parkrun Global

 

Condividi con gli amici:

copertina

Aggiornamento COVID-19 (Coronavirus): 22 settembre

Sabato abbiamo ridato il benvenuto a Cape Pembroke Lighthouse parkrun, nelle Isole Falkland, e a tutti e tre gli eventi nel Northern Territory australiano, e ciò ha rappresentato un altro momento positivo nel graduale ritorno degli eventi parkrun in tutto il mondo.   È stato fantastico vedere il podcast non ufficiale di parkrun, With Me…

copertina

Le mie caratteristiche

  DAL BLOG “Podismo & Pellerun” – 19/09/2020 – articolo di Andrea Pelleriti.   Un altro interessante articolo del “nostro” blogger e parkrunner Andrea Pelleriti, in arte Pellerun.   Questa volta ci da una possibile lettura delle proprie caratteristiche di corridore in base alle prestazioni registrate sulle varie distanze. Da leggere con attenzione ed eventualmente adattare alle proprie caratteristiche.   L’articolo…