Notizie - 20th January 2021

Tre suggerimenti per mantenere la motivazione

NON_UK_NON_ENG_WEEK_3-c1bffbfb2ccc5d09

Hai mai sentito parlare del “Blue Monday”?!(*) Tende a manifestarsi dopo circa tre settimane di tentativi di cambiare le nostre abitudini di vita o di fare qualcosa di leggermente diverso. Abbiamo alcuni consigli utili per mantenerti in carreggiata e aiutarti a festeggiare il successo fin qui ottenuto.

 

Si tratta di quel momento in cui la tua motivazione può subire un drastico calo dopo un entusiastico ed energico inizio. Potrebbe non capitare necessariamente di lunedì, ma è normale che le persone si sentano un po’ giù.

 

Nonostante abbiano preso l’impegno di portare a termine The parkrun Resolution, alcune persone potrebbero trovare questo compito mentalmente piuttosto difficile e destabilizzante al momento. Potresti magari renderti conto di avere meno tempo di quanto immaginavi o non riesci a trovare l’entusiasmo per fare ciò che avevi pianificato.

 

Se ti senti così, è importante non aggiungere ulteriore stress e pressione a te stesso, anche se stai scoprendo che la tua motivazione è diminuita un po’ e non riesci a spuntare le caselle che vorresti. Vale anche la pena ricordare che non sei solo, è normale provare queste emozioni, ma non lasciarti allontanare dal tuo percorso. Le cose andranno meglio!

 

Invece di pensare che devi mostrare più forza di volontà o che dovresti spingerti un po’ di più fisicamente, concediti la ​​possibilità di cavalcare alti e bassi. In altre parole, segui il flusso e il riflusso della tua parkrun Resolution e considerala parte di un viaggio che ha sia alti che bassi. Accetta che ciò possa accadere e prometti semplicemente di fare un passo avanti – forse un passo più piccolo di quanto avevi programmato – ogni volta che puoi, piuttosto che fermarti completamente. Ad esempio, potresti aver intenzione di fare una corsa ma, per qualsiasi motivo, non è possibile. Quindi forse puoi scegliere di fare una breve passeggiata, magari puoi scaricare il piano di camminata parkwalk, se ritieni di aver bisogno di una guida. O, se trovi che sia difficile impegnarti a fare esercizio per 20 minuti, forse potresti scegliere di fare 10 minuti e, invece di rimproverarti per ciò che non hai fatto, datti una grossa pacca sulla spalla per ciò che sei riuscito a ottenere.

 

Lo scopo del viaggio di The parkrun Resolution dovrebbe essere, prima di tutto, quello di aumentare il nostro benessere e la nostra salute generale, mentalmente e fisicamente. Ciò potrebbe significare concentrarsi nel controllare i propri dubbi, gestire un dialogo interiore negativo e sentirsi a proprio agio quando le cose non vanno esattamente secondo i piani.

 

Ecco tre modi per aiutarti proprio in questo senso:

 

Per cominciare, cerca di ottenere un po’ di controllo e sicurezza su ciò che stai facendo stabilendo una routine che funzioni davvero per te nel riuscire a raggiungere la tua parkrun Resolution. Non renderla così difficile da diventare davvero problematico attenersi al programma.

 

In secondo luogo, prova a cambiare qualcosa e a movimentare quello che stai facendo. Porta una certa varietà. Adattarsi e flettersi non è un fallimento, è una progressione.

 

E infine, chiedi aiuto e incoraggiamento se ne hai bisogno. Cercalo, richiedi supporto. Parlare, condividere, confidarsi e passare del tempo interagendo con gli altri – che sia online, al telefono o anche di persona, se le restrizioni lo consentono – è il regalo più importante che puoi fare a te stesso. Forse potresti anche unirti al gruppo parkrun Resolution tramite la pagina del tuo profilo parkrun. È un semplice passaggio che potrebbe aiutarti a farti sentire parte di una comunità. Non sei da solo, ci siamo dentro tutti insieme.

 

Fai solo quello che ti senti di fare ogni giorno, anche se questo significa rallentare un po’ e prendere una pausa. Sii gentile con te stesso e con gli altri, che potrebbero anche essere in difficoltà. Prima che tu te ne renda conto, avrai raggiunto la metà del tuo viaggio con la parkrun Resolution, e questo è un vero motivo per far festa!

 

#loveparkrun

 

(*)Il termine inglese Blue Monday (“lunedì triste”) indica un particolare giorno del mese di gennaio, solitamente il terzo lunedì del mese, ritenuto essere il giorno dell’anno più triste per gli abitanti dell’emisfero boreale. Il concetto è stato originariamente reso pubblico nel 2005 all’interno di un comunicato stampa del canale televisivo britannico Sky Travel, in cui si affermava di avere calcolato la data utilizzando un’equazione. L’intera idea rientra nell’ambito della pseudoscienza, e l’equazione che ne è alla base viene ritenuta priva di alcun fondamento. (da Wikipedia, l’enciclopedia libera)

 

Condividi con gli amici:

copertina

100 (non)parkrun

DAL BLOG “Podismo & Pellerun” – 1/3/2021 – articolo di Andrea Pelleriti.   L’ultimo articolo proposto dal “nostro” blogger e parkrunner Andrea Pelleriti, in arte Pellerun, ci parla dell’iniziativa dei (non)parkrun, corse virtuali di 5 km proposte da parkrun ai tempi del Covid-19, che hanno avuto un discreto successo tra il popolo di parkrun, anche in Italia.   L’articolo completo sul sito…

COVID_MARCH_WEEK_1

Aggiornamento settimanale 2 marzo 2021

Ovunque tu ti trova nel mondo, è probabile che sia stato influenzato in qualche modo dalla pandemia COVID-19 (Coronavirus) che va avanti da circa un anno ormai. Sebbene sia stato chiarito che comunità diverse sono state influenzate in modi diversi, è stato un anno impegnativo per tutti.   Tuttavia, man mano che progrediscono le vaccinazioni,…