Vita da parkrunner - 17th November 2021

Non cercare l’ispirazione ma cerca di ispirare

GLOBAL_1_NOV_WEEK_3

Nato con una rara patologia oculare genetica, chiamata retinite pigmentosa, che provoca una lenta degenerazione della vista, Shayne Allen ha detto che il suo motto nella vita è di non cercare l’ispirazione ma di ispirare.

 

Shayne ha collaborato alla creazione di Woy Woy parkrun in Australia, e questa è la sua storia.

 

Pur avendo meno del cinque per cento della visione centrale, Shayne ha avuto una carriera di successo nell’atletica leggera ed ha rappresentato l’Australia nel lancio del disco e del peso al campionato mondiale del 1998 e ai giochi paraolimpici di Sydney nel 2000.

 

Shayne 1

 

Anni dopo, quando Shayne si trasferì sulla costa centrale del New South Wales, iniziò ad andare in tandem con una bicicletta ereditata da suo zio, Ched Towns, che è stato un pioniere nello sport per gli atleti ipovedenti (VI) in Australia.

 

Shayne 3

 

Anche lo zio di Shayne soffriva di retinite pigmentosa ed è stato il primo triatleta australiano, con una disabilità fisica, a competere nell’Ironman delle Hawaii. Durante la sua vita, Ched ha gareggiato in più di duecento triathlon e otto Ironman. E’ stato una grande fonte di ispirazione per Shayne.

 

Il tandem ha avuto un impatto importante sulla vita di Shayne e lo ha portato alla fase successiva della sua carriera sportiva: il triathlon. Il vicino di casa di Shayne, Roger, un ciclista appassionato, si è offerto di guidare il tandem davanti a Shayne. Da allora, Shayne ha concluso diversi mezzi-Ironman, e un Ironman completo è ancora nella sua lista dei desideri.

 

Shayne ha fondato Woy Woy parkrun nel 2019, attraverso Achilles Australia, un’organizzazione che sostiene le persone con disabilità permettendo loro di godere dei benefici per la salute, sociali e ricreativi di uno stile di vita attivo.

 

In quel periodo stava cercando persone con cui correre mentre si allenava per i triathlon. Ha cosi trovato in parkrun un movimento inclusivo e ben organizzato.

 

“Ringrazio parkrun per aver dato l’opportunità di correre ovunque e gratuitamente ai runners  ipovedenti”, ha commentato Shayne.

 

Successivamente, parkrun è diventato una parte regolare dei suoi piani familiari per il fine settimana. Sua moglie e le sue figlie sono tutte molto coinvolte, e fanno regolarmente volontariato come guide per gli ipovedenti. Anche il cane guida di Shayne, Bree (alias “Possum”) viene coinvolto.

 

Shayne 2

 

Dopo parkrun, segue la solita routine – colazione e una bella chiacchierata con i suoi compagni di parkrun.

 

“Abbiamo fatto così tante amicizie tramite parkrun, è una grande comunità e fonte di sostegno”.

 

Shayne e tutta la sua famiglia adorano fare volontariato.

 

“Se state pensando di fare il volontario, come guida VI o in qualsiasi altro ruolo, non esitate un istante”.

 

#amoparkrun

Condividi con gli amici:

GLOBAL_1_NOV_WEEK_4-c1bd966ff7ec5d09

Per cosa sei grato?

Ogni anno, molti eventi parkrun in tutto il mondo festeggiano un “giorno speciale” dove possono tenere un parkrun supplementare al di fuori della solita edizione del sabato mattina.   Gli Stati Uniti stanno per celebrare il Ringraziamento, e al contempo il loro speciale “parkrundì”. Diamo un’occhiata insieme a questa tradizione.   Per gran parte della…

GLOBAL_1_NOV_WEEK_3

Non cercare l’ispirazione ma cerca di ispirare

Nato con una rara patologia oculare genetica, chiamata retinite pigmentosa, che provoca una lenta degenerazione della vista, Shayne Allen ha detto che il suo motto nella vita è di non cercare l’ispirazione ma di ispirare.   Shayne ha collaborato alla creazione di Woy Woy parkrun in Australia, e questa è la sua storia.   Pur…