Vita da parkrunner - 25th May 2022
Tags:

Trovare una casa nuova a parkrun

IMG_20220514_100518

Jane (nome di fantasia) abitava in Ucraina quando la sua vita si è capovolta in un istante. Dopo essersi nascosta in un bunker, lei e sua madre hanno intrapreso il viaggio difficile verso l’Italia dove hanno trovato una famiglia che le avrebbe ospitate.

 

Nel mezzo dell’instabilità, Jane ci racconta come la gentilezza della comunità di parkrun è diventata una certezza nella loro vita nuova. 

 

Sono una donna ucraina e ho vissuto e lavorato a Kiev per gli ultimi sette anni. Il 24 febbraio, molto presto la mattina, una forte esplosione mi ha svegliata a Kiev. Il nostro mondo si è capovolto in un istante.

 

Per i primi giorni io e il mio partner ci siamo rifugiati tutta la notte in un bunker nella scuola vicino casa nostra. Poi ci è stato detto che era relativamente sicuro nasconderci nello spazio tra le mura di casa, quindi abbiamo fatto questo. Ogni volta che suonava la sirena ci nascondevamo e pregavamo.

 

La zona intorno a Kiev è diventata sempre più pericolosa e sono dovuta scappare verso l’ovest dell’Ucraina. Ho trovato una famiglia in Italia tramite un sito che mette gli ucraini in contatto con gente che può offrire un alloggio temporaneo. La famiglia mi ha detto che poteva offrire a mia madre e a me uno spazio sicuro per vivere.

 

 

I giorni seguenti sono stati impegnativi: un viaggio lungo, un paese nuovo, una cultura nuova, una lingua nuova e una famiglia nuova. In questi tempi difficili e caotici eravamo assolutamente alla ricerca di stabilità e costanza.

 

Tre giorni dopo essere arrivate in Italia eravamo già registrate a parkrun e siamo state presenti ogni sabato da quel momento. Ho partecipato una volta come camminatrice e le altre volte come corridore, mia mamma ha fatto il marshal una volta e ha imparato a fare la cronometrista e ora ricopre questo ruolo ogni settimana. Non parla una parola di italiano, ma è meravigliosa!

 

Ci sono così tante persone fantastiche a parkrun – non capiamo tutto quello che ci dicono, ma sappiamo che sono gentili e vogliono aiutarci. Stiamo facendo del nostro meglio ad accettare tutto ciò che è buono, utile e gentile e a fare parte della vita italiana. parkrun è una certezza in questa nostra vita nuova e diversa. Ora sappiamo come funziona, sappiamo cosa aspettarci e ogni settimana conosciamo persone da salutare, in qualsiasi lingua!

 

IMG_20220514_093712

 

Apprezzo tutto quello che abbiamo in questo momento, e sono molto grata alla comunità di parkrun, agli italiani, a tante persone nel mondo che ci aiutano in tanti modi diversi.

 

Джейн Доу (Jane Doe)

 

 Il direttore dell’evento dice:

 

“Dopo un viaggio traumatico, Jane e sua madre sono arrivate in Italia, a casa nostra. Era un mercoledì. Io sono il direttore dell’evento e ovviamente erano già iscritte in tempo per il parkrun del sabato. Al secondo parkrun la mamma ha imparato a fare la cronometrista; senza parlare una parola d’italiano e parlando pochissimo inglese. E’ stata incredibile! Sua figlia ci ha stupito con la sua partecipazione sul nostro percorso impegnativo, affrontandolo con un bel sorriso tutto il tempo.

 

La comunità locale di parkrun è stata fantastica – scarpe e vestiti  da corsa sono arrivati (quando scappi dal tuo paese le scarpe e i vestiti da corsa non sono una priorità) e la voglia di farle coinvolgere e sentire benvenute è stata straordinaria.

 

Ora ogni settimana sulla nostra lavagna a parkrun, dove c’è scritto il numero del parkrun, la data e un messaggio unico per quella settimana, si vedono almeno due lingue, italiano e russo (la lingua che usano mamma e figlia per comunicare) e spesso anche l’inglese per i nostri amici turisti.

 

20220514_095819

 

Tutti i parkrun sono spazi sicuri per tutti.

 

#loveparkrun

Condividi con gli amici:

1st-image-3

La festa nazionale del Canada

Il venerdi 1 luglio è la festa nazionale del Canada ed è una giornata speciale per i canadesi in tutto il mondo. Per festeggiare questo evento annuale, tanti parkrun organizzano un evento per celebrare la festa nazionale del Canada. Parliamo con alcuni partecipanti per chiedere cosa significa questa giornata per loro.   Come spiega il…

IMG_0697

L’ etica del volontario parkrun

Mi sono spesso interrogato su quali fossero i motivi che spingono una persona a prestare la propria opera come volontario a parkrun. Qual è il senso dello svegliarsi presto il sabato mattina, e del percorrere lunghi chilometri con la macchina per prestare la propria opera in modo assolutamente gratuito? Cosa li spinge a stare per…