Vita da parkrunner - 29th dicembre 2022
Tags:

2022: un anno da record per parkrun

GLOBAL PAUL

Mentre il 2022, il 18° anno di parkrun, volge al termine, il fondatore di parkrun Paul Sinton-Hewitt CBE riflette su un anno da record.

 

Lo diciamo ogni anno: è stato un anno come nessun altro per parkrun.

 

Il 2022 era arrivato, ancora avvolto nell’incertezza e continuavano a emergere nuove varianti del Coronavirus.

 

Ma eravamo ottimisti.

 

Un nuovo anno, un nuovo Amministratore Delegato, un rinnovato senso dell’orientamento; la stessa missione, gli stessi principi.

 

Un pianeta più sano e più felice. Gratuito, per tutti, per sempre.

 

Mentre il mondo ha iniziato a riprendersi da alcuni anni straordinariamente impegnativi, crediamo ancora fermamente che gli eventi della comunità, come parkrun, abbiano un ruolo vitale da svolgere.

 

UK 1

 

L’opportunità per le persone di prendere parte all’attività fisica gratuita, inclusiva e regolare non è mai stata così importante.

 

Ora più che mai dobbiamo cantare ai quattro venti che a parkrun non hai bisogno di nessun kit particolare, non devi pagare per partecipare, non ci sono costi di iscrizione, devi solo registrarti online, ottenere il tuo codice a barre, presentarti e prendere parte in una delle oltre 2.200 località, in più di 20 paesi in tutto il mondo.

 

Quando vuoi, come vuoi, tutte le volte che vuoi.

 

Non importa chi sei, qual è il tuo livello di abilità, quanti anni hai, da dove vieni, qual è il tuo background; e tutta la partecipazione a parkrun è uguale: cammina, fai jogging, corri, fai volontariato.

 

Il potere della comunità

 

È questo incontro di persone di ogni estrazione sociale, su una scala così vasta, che non manca mai di rendermi umile veramente.

 

Quest’anno ne abbiamo assistito in modi che non avevamo mai visto prima.

 

Comunità parkrun in tutto il mondo che aprono le braccia ai rifugiati in fuga dalla guerra in Ucraina, fianco a fianco con i bisognosi.

 

Comunità locali, dotate di autonomia, che affrontano situazioni cupe e difficili con rispetto e gentilezza.

 

Ogni anno viene ribadita la mia convinzione che le persone sono buone e le persone sono gentili.

 

uk2

 

Il 2022 ci ha visto raggiungere 100.000 eventi in tutto il mondo e 50.000 eventi nel Regno Unito, per la prima volta in assoluto in un anno solare.

 

Siamo molto lontani dai 13 corridori e cinque volontari, in un parco a Londra per quel primo evento nel 2004.

 

Quest’anno l’ottomilionesima persona si è registrata a parkrun.

 

Il nostro impegno per raggiungere i più bisognosi

 

Ogni anno miriamo a diventare sempre più incisivi nei nostri metodi, sempre più impegnati a mettere parkrun nei luoghi in cui sono più necessari e rimuovere le barriere che molte persone incontrano quando pensano di partecipare per la prima volta.

 

Continuiamo a coltivare le nostre relazioni estremamente preziose, come l’iniziativa parkrun practice, che vede i medici di famiglia collaborare con i loro eventi parkrun locali e segnalare eventi per la salute fisica e mentale, sia per i pazienti che per il personale.

 

Quest’anno le parkrun practice sono state lanciate in Australia e abbiamo festeggiato quattro anni di successo dell’iniziativa nel Regno Unito e tre in Irlanda.

 

Nel Regno Unito, in Australia e in Irlanda, continuiamo a vedere il successo della nostra serie junior parkrun, che quest’anno ha registrato numeri record; con 400 eventi junior in corso e un record di quasi 8.000 volontari in un solo fine settimana.

 

uk 3

 

Novembre ha segnato cinque anni dall’inizio dei parkrun nelle carceri. Gli eventi del sabato mattina si svolgono in tutto il mondo, ogni fine settimana, in strutture detentive che vanno dagli istituti di delinquenza giovanile, alle strutture correzionali e alle carceri femminili.

 

Fare le cose in modo diverso

 

Questo ottobre, quando parkrun ha compiuto 18 anni, abbiamo cambiato il nostro nome in parkwalk in una celebrazione di un mese di camminate a parkrun; dando un aiuto visibile e vocale a chiunque sentisse di averne bisogno.

 

I camminatori sono, e saranno sempre, i benvenuti a parkrun.

 

Durante la campagna sono state registrate più di 100.000 camminate e oltre 10.000 persone hanno camminato con noi per la prima volta.

 

È stato introdotto il nuovo ruolo di volontario “parkwalker”, una presenza volontaria aggiuntiva facoltativa per coloro che lo desiderano, per socializzare nel gruppo dei camminatori, oltre al camminatore di coda che è lì per assicurarsi che nessuno arrivi mai per ultimo.

 

Il mese ha visto anche i dati sulla partecipazione a parkrun tornare a qualcosa di più vicino ai livelli pre-pandemia. E sono così felice di dirti che l’impennata è rimasta e mentre ci avviciniamo al nuovo anno, i numeri di partecipazione si mantengono stabili.

 

Siamo orgogliosi di condividere le storie di coloro che sono diversi, coloro che potrebbero sentirsi emarginati o considerare l’attività fisica qualcosa che non fa per loro: a parkrun lo è per te. È per tutti.

 

Il nuovo anno ci offre l’opportunità di riflettere e festeggiare, ma può anche essere un periodo dell’anno difficile.

 

U4

 

Crediamo che l’attività fisica debba essere piacevole, che il tempo trascorso all’aria aperta, in compagnia degli altri, debba essere prioritario e celebrato, non considerato essenziale per bruciare calorie.

 

Inoltre, non smetteremo mai di provare a trasmettere quel messaggio alle persone che potrebbero aver maggior bisogno di sentirlo. Quest’anno nel Regno Unito abbiamo avviato una rivista cartacea. Ogni numero ha una sezione estraibile progettata per essere trasmessa a chiunque stia pensando di fare il suo primo parkrun.

 

Volevamo offrire alle persone del tempo lontano dagli schermi e per coloro che non possiedono un computer, o non hanno familiarità con la tecnologia, avere l’opportunità di scoprire parkrun in un modo diverso.

 

La domanda ha finora superato l’offerta e finora abbiamo distribuito quasi 200.000 copie dei primi due numeri e non vediamo l’ora di pubblicare la nostra terza rivista nella primavera del 2023.

 

UK 5

 

Collaborazioni

 

parkrun opera all’interno di un ecosistema vitale, una rete di supporto unita in un obiettivo comune.

 

Quest’anno abbiamo visto un ulteriore impegno da parte dei nostri partner nel Regno Unito, tra cui Sport England, inoltre abbiamo dato il benvenuto a cinque nuovi partner commerciali, Blue Frog, Polar, WithU, Lidl e De Longhi, in tutto il mondo. Medibank è diventata partner di presentazione in Australia e il nostro partner ufficiale per le calzature nel Regno Unito e in Irlanda, Brooks, ha creato eventi di successo in più dei nostri paesi europei.

 

Il nostro partner di beneficenza nel Regno Unito, Alzheimer’s Research UK, ha festeggiato la raccolta di quasi 2 milioni di sterline grazie alla generosità dei parkrunner in otto anni. Abbiamo anche collaborato con BBC Children in Need per la prima volta, per dare il benvenuto a The Body Coach, Joe Wicks, e abbiamo visto più di 4.000 persone “Walk With Joe” in quattro eventi speciali.

 

Non vediamo l’ora di lavorare di più con i nostri partner mentre continuiamo a imparare, evolvere e crescere.

 

Joe-Wicks-CiN-2022-1058-9900000000079e3c

 

Senza dubbio i nostri più grandi sostenitori e campioni sono la nostra rete di oltre 600 ambasciatori in tutto il mondo.

 

Ci danno assistenza tramite la loro preziosa esperienza in tutto, dai social media, al supporto per il giorno dell’evento e alla fotografia: un ringraziamento speciale a tutti voi, per tutto ciò che fate per parkrun.

 

Il successo di parkrun è, in così piccola parte, dovuto al contributo di molti.

 

Vorrei fermarmi qui per ringraziarvi tutti. I volontari, i camminatori, i jogger e i corridori, il nostro piccolo staff in tutto il mondo e tutti i nostri partner e sostenitori.

 

Senza l’enorme lavoro di squadra di tutti, non ci sarebbe parkrun.

 

Crescere e imparare per il futuro

 

Quest’anno abbiamo intervistato più persone, in più lingue che mai, e abbiamo dedicato del tempo per sviluppare ancora più approfondimenti sugli ostacoli alla partecipazione, che si tratti di camminare, fare jogging, correre o fare volontariato.

 

Continueremo a lavorare con le nostre comunità, partner e parkrunner per offrire più campagne come parkwalk, raggiungere più persone e, di conseguenza, rendere più persone più sane e più felici.

 

Da quando è iniziato diciotto anni fa, cinque milioni di persone diverse in tutto il mondo hanno fatto un parkrun, e solo quest’anno più di un quarto di milione di persone diverse si sono offerte volontarie.

 

Incredibile.

 

Auguro a tutti un meraviglioso periodo festivo e tutto il meglio per il 2023.

 

PSH

Paul Sinton-Hewitt, Fondatore parkrun

Condividi con gli amici:

310722703_796943498396031_5687357370588239919_n

Focus – Etna parkrun

Chi non vorrebbere percorrere i 5km del parkrun con la lava bollente sotto i piedi?   Vi diamo il benvenuto a Etna parkrun!     Etna parkrun si trova a Monte Rossi dove sotti i piedi troverete le cenere nere di erruzioni passate, e sopra la testa i pini alti che forniscono ombra fitta su…

322526884_485584053705553_8026124462440432628_n

Focus – Mura di Lucca parkrun

Mura di Lucca parkrun, si trova … a Lucca. Ma ancora meglio si trova propio sulle mura dell’antica città.  Oggi giorno é impossibile pensare che quelle mura sono state progettate per avere una totale lunghezza di 4223 metri! Ma gli Event Director hanno trovato un modo geniale di aggiungere i 777m mancanti.     Praticamente…