Vita da parkrunner - 23rd marzo 2023

La sindrome di Asperger: il mio superpotere

Matthew-Akpan-4-1

La sindrome di Asperger, il superpotere di Matthew Akpan, lo ha visto diventare uno stimato parkrunner e completare alcune brillanti sfide per beneficenza in memoria di suo padre.

 

Corro dall’età di 13 anni, quando ho iniziato a frequentare il mio club podistico nel 2002. Dal mio primo parkrun nel 2008, ho completato oltre 330 parkrun presso il mio parkrun locale.

 

Ho sempre voluto migliorare e i miei tempi riflettevano l’allenamento che facevo, ma è l’atmosfera e le persone che partecipano a parkrun ogni settimana a rendere l’evento così bello per me.

 

Mi piace incontrare persone che la pensano come me, che altrimenti non avrei mai potuto incontrare e che mi hanno incoraggiato e aiutato a raggiungere i miei obiettivi.

 

È stato mentre studiavo all’università, nel 2008, che ho sentito l’insorgere della mia sindrome di Asperger. Sono stato bocciato due volte in una materia e sentivo davvero come se qualcosa mi trattenesse.

 

Ho discusso con la mia famiglia l’idea che potessi avere la sindrome di Asperger e mia madre mi ha aiutato a fare delle ricerche su questa patologia, che può causare un’alterazione delle capacità linguistiche e comunicative, oltre a pensieri e comportamenti ripetitivi o restrittivi.

 

Nel 2013 mi è stata diagnosticata la sindrome di Asperger e, in seguito a una richiesta di sostegno, ho potuto continuare gli studi in un’altra università. Infine, nel 2015, mi sono laureato in Sport, tempo libero e cultura.

 

Ho scoperto che la diagnosi di Asperger mi ha permesso di capire meglio chi sono, cosa voglio raggiungere per me stesso e come posso aiutare altre persone a raggiungere i loro obiettivi.

 

L’interazione sociale è stata una parte della sindrome che mi ha colpito di più, soprattutto quando avevo 20 anni. Dopo i 30 anni, ho iniziato a diventare più estroverso e a incontrare e relazionarmi con le persone con maggiore frequenza.

 

La sindrome di Asperger non è molto conosciuta, vedo il mondo in modo diverso e faccio le cose in modo diverso. Mi trovo ad educare le persone al riguardo ogni giorno, spiegando il mio modo di fare e il motivo per cui lo faccio.

 

Durante i lockdown nel periodo pandemico, ho iniziato a capire un aspetto importante di parkrun, il volontariato. Durante questo periodo, ero più appassionato che mai di mantenere la mia forma fisica e di essere pronto a correre quando gli eventi sarebbero ripartiti.

 

Stavo anche riflettendo su come avrei potuto aiutare gli altri parkrunner, utilizzando l’esperienza di corsa che avevo acquisito nel corso degli anni, per aiutare gli altri a rimanere interessati e motivati a mantenersi in salute.

 

Quando il mio parkrun locale è stato riavviato nel luglio 2021, mi sono offerto volontario per la prima volta. Da allora ho fatto molte altre volte il volontario e mi è piaciuto così tanto che ho fatto il volontario anche ai Giochi del Commonwealth del 2022 a Birmingham come presentatore di medaglie e alle ultime due maratone di Manchester.

 

Matthew Akpan 1

 

Considero l’Asperger il mio superpotere. Mi ha spinto ad affrontare due sfide da Guinness dei primati!

 

La prima era in memoria di mio padre, purtroppo scomparso nel 2021. Io e mio padre eravamo fan appassionati del wrestling e spesso lo guardavamo insieme in televisione.

 

Ho deciso di tentare la sfida da Guinness dei primati per l’uomo più veloce vestito da lottatore alla maratona dello Yorkshire nell’ottobre 2021, raccogliendo anche fondi per un’associazione che sostiene vittime di crimini . Il senso di realizzazione in memoria di mio padre, unito al sollievo nel tagliare il traguardo, è stato enorme, forse è stata la sfida fisica più difficile che abbia mai affrontato.

 

Matthew Akpan 2

 

Nel maggio 2022 ho ottenuto il mio secondo Guinness dei primati per la mezza maratona più veloce, sempre vestito da John Cena. Ho svolto questa sfida alla mezza maratona di Leeds per raccogliere fondi a favore di un ente di beneficenza per bambini.

 

Ho ricevuto un’ampia copertura mediatica dalla stampa locale e persino un messaggio da John Cena, il grande uomo in persona, che si è congratulato con me per i miei sforzi e per la raccolta dei fondi a favore di un’associazione benefica.

 

Matthew Akpan 3

 

Sono stato in grado di usare il mio superpotere per raggiungere alcuni obiettivi impegnativi e superare ostacoli, sensibilizzando allo stesso tempo l’opinione pubblica sulla sindrome di Asperger.

 

Il mio prossimo obiettivo è quello di organizzare un evento parkrun junior in un parco locale per promuovere parkrun nella comunità locale. Sarebbe un grande risultato se riuscissi a far partire questo evento.

 

parkrun è una grande iniziativa, accogliente, incoraggiante e inclusiva, che attira sempre più persone. Raccomando a tutti di provare, sia come camminatori, corridori o volontari. Sentirete l’entusiasmo!

 

Matthew Akpan

 

#loveparkrun

Condividi con gli amici:

Cathy-Hannon-3-900x416-1

Siamo un’unica squadra

In tutto il mondo, abbiamo visto più di 28.000 volontari unici nel ruolo di parkwalker e hanno fatto parkwalking più di 52.000 volte!   Abbiamo chiesto ad una delle parkwalker, Cathy Hannon, perché sceglie di fare la volontaria nel suo ruolo preferito ogni sabato mattina. La condizione cronica di Cathy fa sì che il parkwalking…

jasBack

Festeggiamo 10 anni del programma Ambassador

Questa settimana guardiamo indietro agli ultimi 10 anni del Programma Ambassador di parkrun.   Il ruolo di Ambassador consente a un maggior numero di persone di partecipare a parkrun, di condividere le proprie conoscenze e di sostenere la salute e la felicità della propria comunità.   Scoprite come tutto è iniziato, cosa fa un Ambassador…